Bonus vacanze 2021, le novità: proroga con scadenza a fine anno grazie al Milleproroghe

-
02/03/2021

Sul bonus vacanze si concretizza la proroga per tutto il 2021 del Milleproroghe. Prolungata la scadenza utile per usare il buono, ma serve aver già richiesto il beneficio entro lo scorso anno.

Bonus vacanze 2021, le novità: proroga con scadenza a fine anno grazie al Milleproroghe

Il bonus vacanze sarà utilizzabile per tutto il 2021. La novità emerge con il decreto Milleproroghe, che ha previsto la proroga dei termini. Di fatto, l’intervento ha spostato in avanti la data ultima di utilizzo del beneficio, garantendo la possibilità di un suo impiego fino al prossimo 31 dicembre. Resta invece confermata la precedente scadenza dei termini per chiedere di accedere al provvedimento, fissata allo scorso 31 dicembre 2020.

In tal senso, è opportuno ricordare che le domande relative al bonus vacanze potevano essere inoltrate a partire dallo scorso 1° luglio 2020. Mentre in caso di accettazione il termine utile per poter utilizzare il buono era fissato in precedenza al 30 giugno 2021. La recente approvazione del decreto estende quindi la fruizione del beneficio di ulteriori sei mesi.

Bonus vacanze 2021: come funziona e chi può utilizzarlo

Dal punto di vista operativo, il bonus vacanze è stato introdotto all’interno del decreto Rilancio risalente allo scorso mese di maggio 2020. Con il provvedimento il governo garantisce fino a 500 euro per ogni nucleo familiare da usufruire presso alberghi, campeggi, villaggi turistici, agriturismi e B&B (purché riconosciute a livello nazionale e regionale come struttura ricettiva).


Leggi anche: Bonus affitto 2021: disponibile anche per chi paga il canone 2020 in ritardo

Le famiglie che decidono di impiegare il bonus vacanze possono usufruire di uno sconto immediato sulla fattura del proprio soggiorno uguale all’80% della cifra spesa. Il restante 20% può essere invece recuperato tramite la dichiarazione dei redditi secondo il meccanismo della detrazione d’imposta.

Ovviamente, la legge ha previsto un tetto massimo per il rimborso, così da distribuire i fondi in modo equo verso tutti i potenziali beneficiari. Per i nuclei familiari composti da una sola persona il bonus corrisponde a 150 euro. Si sale a 300 euro per i nuclei composti da due persone. Infine, le famiglie con tre o più persone possono beneficiare di 500 euro.

Il Milleproroghe non apre a nuove richieste per il bonus vacanze, ma estende la validità di quelle inoltrate nei termini

Stante la situazione appena riportata, appare opportuno evidenziare che purtroppo nel decreto Milleproroghe non è stata inserita una riapertura dei termini di presentazione delle domande per il bonus vacanze. L’agevolazione potrà quindi essere utilizzata solo da coloro che hanno inoltrato un’adeguata richiesta lo scorso anno.

È importante precisare anche che l’agevolazione risulta valida solo per un componente del nucleo familiare, il quale potrà effettivamente beneficiare dello sconto in fattura e della detrazione. Deve inoltre essere spesa in un’unica soluzione e presso un’unica struttura turistica. L’intestatario della fattura e l’utilizzatore del bonus vacanze devono quindi coincidere.


Potrebbe interessarti: Cashback e lotteria degli scontrini 2021: concorsi da migliorare per la Corte Dei Conti

D’altra parte, le strutture ricettive non sono obbligate ad accettare il bonus. Per questo motivo, il potenziale utilizzatore farà bene a chiedere in anticipo alla struttura se permetterà la fruizione del servizio tramite l’agevolazione prevista dalla legge.