Bonus vacanze 2021: ultimi chiarimenti, le info su come ottenerlo e usarlo

-
20/06/2021

Il bonus vacanze 2021 sostiene la ripartenza del turismo, ma restano i vincoli normativi per l’utilizzo. Possibile impiegarlo anche presso agenzie viaggi e tour operator, ma il rimborso per mancato utilizzo non è possibile.

Bonus vacanze 2021: ultimi chiarimenti, le info su come ottenerlo e usarlo

Il bonus vacanze resta tra i provvedimenti chiave per il rilancio del settore turistico. La misura è stata pensata per rispondere alla crisi dettata dal coronavirus e per agevolare le aziende turistiche presenti sul suolo italiano. Di fatto, molti cittadini non hanno ancora utilizzato e speso il buono. La scadenza per l’utilizzo è fissata al termine dell’anno corrente, ma l’arrivo della stagione estiva fa pensare che con elevata probabilità molti decideranno di fare ricorso al beneficio fiscale nei prossimi mesi.

Anche per questo motivo, l’Agenzie delle Entrate ha pubblicato recentemente una guida contenente gli ultimi aggiornamenti. Il tutto recependo anche gli interventi normativi più recenti, oltre che i principi d’interpretazione e applicazione sorti negli ultimi mesi. Il principale riferimento va ovviamente al Decreto legge numero 34 del 2020, che di fatto ha istituito il beneficio in favore delle famiglie con un ISEE compreso entro le 40mila euro.

Con il decreto Milleproroghe è stata ulteriormente estesa la validità di utilizzo del bonus vacanze fino al prossimo 31 dicembre 2021. Resta però implicito che il beneficio sia disponibile solo per coloro che ne hanno fatto richiesta entro i termini. La scadenza per richiedere e ottenere l’agevolazione era infatti fissata al termine del 2020.


Leggi anche: Cashback autostrada per pagamenti e spese in caso di cantieri: come funziona e cosa fare per averlo

Bonus vacanze 2021: ecco come utilizzarlo, ok anche ai tour operator e alla rete di agenzie

Dal punto di vista pratico, è importante sottolineare che il bonus vacanze riconosce la possibilità di beneficiare di uno sconto massimo di 500 euro per le famiglie con più di due componenti. Si scende a 300 euro per le coppie, mentre i single possono beneficiare di uno sconto di 150 euro. La spesa non può essere frazionata e deve essere adeguatamente documentata tramite fattura o notula commerciale.

Il bonus vacanze può essere utilizzato da un solo componente per nucleo familiare, anche se non deve coincidere con quello che ha effettivamente inoltrato la richiesta di accesso al beneficio. Nella ricevuta deve però apparire il codice fiscale della persona che desidera effettivamente fruire dell’agevolazione.

L’opzione può inoltre essere utilizzata non solo in via diretta presso la struttura ricettiva, ma anche presso i circuiti di vacanze. Nel decreto Sostegni Bis si evidenzia infatti la possibilità di utilizzo presso agenzie di viaggio e tour operator. In questo modo, si tenta di sostenere due categorie del settore fortemente danneggiate dallo scoppio della pandemia.


Potrebbe interessarti: Canone RAI ancora in bolletta: chi deve pagarlo e come chiedere l’esenzione

Niente rimborso per chi non utilizza il bonus vacanze

Tra i vincoli inerenti l’impiego del bonus c’è anche l’impossibilità di ricevere il rimborso dell’importo spettante per mancato utilizzo. Oltre a ciò, i vincoli normativi rendono impossibile anche l’utilizzo a più riprese. Per questo motivo, non sarà possibile frazionare l’importo spettante su diversi soggiorni. Inoltre, chi ha già utilizzato il bonus in passato non potrà farne nuovamente richiesta per utilizzarlo anche durante la nuova estate.

Infine, un ultimo aspetto riguarda coloro che hanno beneficiato del bonus senza averne diritto. È il caso, ad esempio, di chi ha compilato in modo erroneo il proprio ISEE. In casi come questi, il bonus può essere restituito senza l’applicazione di sanzioni o interessi attraverso gli appositi campi disponibili all’interno della dichiarazione dei redditi. Il modello di riferimento è quello relativo all’anno di imposta 2020, cioè il mod. 730/201 oppure il Redditi PF 2021.