Superbonus 110%: attestazione Ape bisogna effettuarla due volte

-
28/08/2020

Superbonus casa 110% e doppia classe di efficientamento energetico, bisogna dimostrarla con l’attestazione APE, ecco alcuni chiarimenti.

Superbonus 110%: attestazione Ape bisogna effettuarla due volte

Il Superbonus 110% si presenta complesso e tortuoso, con pratiche e adempimenti difficili. Abbiamo parlato a lungo delle criticità di questa misura, e adesso bisogna metterla in atto e stare attenti a non commettere errore, il Fisco ha ampliato il suo raggio di controllo. La normativa prevede due tipi di asseverazioni, lanciata dal Mise all’inizio del mese: Superbonus 110%: due decreti del Mise, si attende l’AdE

Il miglioramento della classe energetica per il Superbonus 110%

Tanti i dubbi sugli interventi per efficientamento energetico che rientrano nel bonus casa 110% su una unità immobiliare priva di Ape (attestazione di prestazione energetica). Se la condizione per fruire delle agevolazioni è l’aumento dell’efficientamento energetico dell’edificio per minimo due classi, senza una priva valutazione con attestazione Ape?

Per capire la classe energetica di partenza dell’edificio, prima di intraprendere gli interventi trainanti del superbonus 110%, necessita che venga effettuata una prima valutazione con rilascio dell’attestazione di prestazione energetica. 


Leggi anche: Pensioni anticipate e Legge di bilancio 2021: si punta al contratto di espansione oltre ad APE sociale e Opzione Donna

Bonus casa al 110% con la cessione del credito, le banche offrono condizioni vantaggiose

Attestazione APE prima e dopo gli interventi

Il decreto legge n. 34/2020, denominato decreto Rilancio, chiarisce che devono essere rispettati i seguenti requisiti:

bisogna osservare i requisiti minimi sulle prestazioni energetiche degli edifici;

nel complesso degli interventi, assicurare che è stato raggiunto il miglioramento di almeno due classi energetiche, con il conseguimento di una classe energetica più alta possibile. 

Per dimostrare il raggiungimento dell’obiettivo previsto nel superbonus casa 110% bisogna presentare l’attestato di prestazione energetica (Ape) prima e dopo l’intervento. 

Il certificato deve essere rilasciato da un tecnico abilitato per asseverare la dichiarazione.

Su quest’ultimo aspetto bisogna fare molta attenzione, l’Agenzia delle Entrate ha ampliato i controlli e con esse le sanzioni per chi commette irregolarità o insussistenza anche parziale dei requisiti. 

Il bonus casa 110% rappresenta una grossa opportunità per i cittadini che vogliono ristrutturare casa e fonte di lavoro per le aziende; ma bisogna fare molta attenzione e non incorrere in errore. A tal proposito, consiglio di consultare: le sanzioni fino al 200%, ecco a cosa fare attenzione


Potrebbe interessarti: Bonus ristorazione (Mipaaf) Covid e fondo per la filiera: arriva la proroga al 15/12, ecco le istruzioni con i codici Ateco

Inoltre, la normativa chiarisce che gli interventi devono essere effettuati con materiali isolanti rispondenti alle specifiche tecniche e ambientali. 

Ti potrebbe interessare anche: Superbonus lavori edifici ‘cielo-terra’ e trasmittanza con valori più bassi, chiarimenti