Fondi di solidarietà: contributi utili alla pensione, riscatto o ricongiunzione (la circolare Inps)

Fondi di solidarietà per contributi utili alla pensione, con riscatto o ricongiunzione, con agevolazione all’esodo, le ultime novità. (La circolare Inps)

La circolare Inps n. 35 del 5 marzo 2019, contiene le istruzioni operative per i fondi di solidarietà previsti nell’articolo 22, comma 3, del D.L. n. 4/2019. Il decreto ha previsto che i fondi di solidarietà, di cui al D.lgs 14 settembre 2015, n. 148, provvedano al versamento degli oneri correlati a periodi, utili per il conseguimento del diritto alla pensione anticipata o di vecchiaia, riscattabili o ricongiungibili precedenti all’accesso ai fondi di solidarietà medesimi.

Fondi di solidarietà: periodi riscattabili o ricongiungibili

I versamenti effettuati nei fondi di solidarietà sono deducibili. Riguardano gli oneri corrispondenti ai periodi riscattabili o ricongiungibili versati nei fondi dai datori di lavoro e costituiscono specifica fonte di finanziamento con destinazione riservata al conseguimento del diritto alla pensione anticipata o di vecchiaia. 

Fondi di solidarietà: come agevolazione all’esodo

L’intervento è finalizzato all’accesso alla prestazione straordinaria per il sostegno al reddito, riconosciuta ai lavoratori che abbiano i requisiti per fruirne nel quadro dei processi di agevolazione all’esodo.

Fondi di solidarietà: riscatto e ricongiunzione

I beneficiari di questa misura sono sia coloro che si trovino a maturare i requisiti per fruire della prestazione straordinaria senza ricorrere ad operazioni di riscatto e/o ricongiunzione, sia coloro che raggiungano i requisiti di accesso alla predetta prestazione straordinaria per effetto del riscatto o della ricongiunzione. Il riscatto e/o la ricongiunzione potrebbero pertanto avere anche l’effetto di far acquisire il diritto immediato alla prestazione pensionistica, escludendo in tal modo la corresponsione dell’assegno straordinario.

Secondo come è stata formulata la norma, i datori di lavoro potranno attivare tutte le possibili tipologie di riscatto e ricongiunzione previste per legge e utili ai fini del diritto a pensione anticipata o di vecchiaia, in base alla posizione previdenziale del lavoratore. A tal fine il datore di lavoro esodante, nell’accertare i requisiti di accesso all’assegno straordinario, acquisisce le informazioni e la documentazione a supporto direttamente dai lavoratori. Le domande saranno poi definite secondo le consuete modalità, previa verifica della sussistenza di tutti i requisiti previsti dalla disciplina normativa di riferimento.

Riscatto laurea agevolato per under 45 a partire dal 1996 – guida completa. Le novità Inps

Esclusi dai fondi di solidarietà

Sono invece esclusi, poiché non richiamati dalla disposizione, i riscatti utili ai soli fini della misura del trattamento pensionistico (ad esempio, riscatti del periodo di part-time di tipo orizzontale, già interamente valutabili ai fini del diritto a pensione).

L’Inps si riserva di fornire successive istruzioni operative.

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062

Angelina Tortora

Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”