Fondo mutuo prima casa 2020: per giovani e non solo, ecco le novità

Fondo mutuo prima casa 2020: è stato rifinanziato per agevolare l’acquisto della prima casa a favore di alcune categorie, ecco le novità

Il Decreto Crescita ha stabilito la copertura per il 2020 per le agevolazioni per mutui prima casa rivolte ai giovani e a chi è in difficoltà economiche. Analizziamo le principali novità del Fondo mutuo prima casa.

Fondo mutuo prima casa 2020

Il fondo mutuo prima casa è in vigore dalla legge di Stabilità 2014  ed è stato rifinanziato anche nel 2020. Si prevedono agevolazioni, per giovani e anche per chi ha un lavoro atipico o precario.

Il Fondo prima casa, detto anche Fondo garanzia mutui prima casa, è un’agevolazione da parte dello Stato, che garantisce al massimo il 50% del capitale richiesto in prestito a una banca per acquistare o per ristrutturare la prima casa, a condizione che non sia di lusso.

Acquisto prima casa: le agevolazioni

Per l’acquisto di prima casa è possibile pagare imposte ridotte in presenza di specifiche condizioni:

  • per chi acquista da un privato le agevolazioni sono:
    • imposta di registro ridotta al 2% del valore catastale dell’immobile;
    • l’imposta ipotecaria e catastale hanno un costo fisso di 50 euro, per ognuna.
  • Per chi acquista da un’impresa le agevolazioni sono:
    • Imposte di registro, catastale e ipotecarie hanno un costo fisso di 200 euro, per ognuna;
    • Iva al 4% in caso di acquisto da un’impresa.

In entrambi i casi l’acquirente usufruisce anche delle detrazioni Irpef fino al 19% degli interessi passivi entro un tetto massimo di 4 mila euro all’anno.

Fondo Mutui prima casa: chi può aderire

Il Fondo prima casa, si rivolge soprattutto a:

  • giovani coppie che almeno uno dei due componenti che non abbia superato i 35 anni;
  • single con figli minori;
  • giovani di età non superiore ai 35 anni con lavoro atipico;
  • conduttori di case popolari.

Questi requisiti, per ottenere il mutuo garanzia al 50%, danno la priorità di accesso, in quanto le banche prenderanno in considerazione prima le domande proveniente dalle suddette categorie. Il Fondo prima casa, comunque, viene concesso senza alcun limite di età o di reddito e limiti di quadratura dell’appartamento. Le domande vengono gestite dalle banche a sportello, ciò significa che verranno considerate le richieste finché ci sono fondi disponibili erogati dallo Stato.

Ci sono delle condizioni da rispettare per richiedere le garanzie dello Stato, che sono:

  • l’importo richiesto non deve essere superiore a 250 mila euro;
  • il richiedente non deve essere proprietario di nessun altro immobile, a eccezione di quello ricevuto per successione;
  • l’immobile deve essere in Italia e non può essere di lusso, quindi sono esclusi quelli appartenenti alle categorie catastali A1, A8 e A9;
  • il richiedente non abbia mai avuto accesso a una simile agevolazione.

Nel caso in cui la casa acquistata con l’agevolazione sia stata venduta, si ha la possibilità di usufruire di un credito d’imposta, nel caso si acquisti un’altra prima casa nei 12 mesi successivi alla vendita e si stabilisce la residenza in essa entro 18 mesi dall’acquisto.

Mutuo prima casa: come presentare domanda per accedere al fondo

Per richiedere l’accesso al fondo mutuo prima casa bisogna recarsi in una banca che aderisce al fondo e compilare la documentazione.

Per scaricare il modulo di richiesta Fondo mutuo prima casa clicca qui.

Il modulo dovrà essere inviato al Gestore del fondo, che risponderà entro 20 giorni al riguardo dell’esito della domanda. Entro 30 giorni dall’accettazione della domanda verrà erogato il mutuo. La banca ha l’obbligo di avvisare il Gestore del fondo dell’avvenuta erogazione.

Mutuo garantito per acquisto casa all’asta: elenco delle banche aderenti


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.