Fondo pensione deducibile nel 730 2020 fino a 5.164,57 euro

Fondo pensione deducibile nel 730 precompilato 2020, modello Redditi e 730 ordinario 2020, con doppia convenienza, tutte le ultime news.

Il fondo pensione deducibile nella dichiarazione dei redditi: 730 precompilato, modello 730 ordinario e dichiarazione annuale Redditi. Ecco una guida con approfondimenti su come portare in detrazione il fondo pensione. Bisogna precisare che il fondo pensione entra tra le pensioni news del 2020 con il pensionamento con la R.I.T.A.

Che cos’è il fondo pensione e come si detrae nel 730?

Il fondo pensione comporta un sistema di previdenza complementare che permette alla maturazione dell’età pensionabile di percepire una rendita in base al montante accumulato nel tempo. Il sistema pensionistico italiano negli ultimi anni si sta avvicinando molto a questa forma previdenziale.

Nel 2018 è entrata in vigore la Rendita Integrativa Temporanea Anticipata (RITA) che permette di anticipare il pensionamento di 5 o 10 anni rispetto l’età richiesta per la pensione di vecchiaia, in base al cumulo dei contributi versati nel fondo pensione.

La nuova Riforma pensione 2021 studia dei fondi pensione ad hoc per i giovani che sono soggetti a una vita lavorativa discontinua; oltre a cercare una nuova misura pensionistica sostituzione della pensione anticipata Quota 100, si cerca una soluzione anche per tutelare i giovani e creare nuovi posti di lavoro con la flessibilità in uscita.

Detraibilità nel 730 – Quadro E

Il fondo pensione deducibile nel 730 precompilato nel Quadro E alla voce oneri e spese deducibili. Devono essere indicati gli importi che danno diritto alla detrazione d’imposta per la deducibilità fiscale.

La sottoscrizione ad un fondo pensione nel 2019 con versamenti di contributi nel corso dell’anno, si possono portare in deduzione nelle dichiarazioni dei redditi 2020, nella sezione “contributi per previdenza complementare”.

L’importo massimo che è possibile detrarre è di euro 5.164,57 annui, integralmente deducibili dall’imposte da versare.

Sotto l’aspetto fiscale anche il pensionamento con il fondo pensione gode di un agevolazioni sotto il profilo fiscale La RITA subirà una ritenuta a titolo d’imposta, senza ulteriore applicazione di addizionali regionali o comunali, con l’aliquota del 15% con una riduzione dello 0,30% per ogni anno eccedente il 15° anno di partecipazione a forme pensionistiche complementari, con un limite massimo di riduzione del 6%.

La RITA consente, a differenza delle altre forme di prestazione di previdenza complementare di applicare l’aliquota dal 9% al 15% al montante selezionato per la rendita.

Per approfondire la RITA consigliamo di leggere la nostra guida:Pensionamento con la RITA: requisiti, aspetto fiscale e convenienza, guida completa


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”