Fondo Salva Casa: che cosa è e come aderire

Fondo Salva Casa tutela i pignoramenti, i creditori e remunera gli investitori che aderiranno. Ecco come funziona e a chi chiedere informazioni

In seguito ad alcune richieste di informazioni al riguardo dell’innovativo Fondo Salva Casa, chiariamo in questo articolo di cosa si tratta e come richiedere ulteriori informazioni. Nello specifico un nostro lettore ci chiede: “Salve, ho bisogno di notizie sul Fondo salva casa“.

Fondo Salva Casa: che cosa è

Il Fondo Salva Casa è un “ammortizzatore sociale a rendimento”, nato per aiutare le persone in difficoltà economica che rischiano di perdere la casa.

Questa è un’iniziativa del Sen. Daniele Pesco, che ha pensato che tramite questo fondo si possa aiutare concretamente le famiglie in difficoltà. Il Fondo è sostenuto dalle ACLI (Associazioni cristiane lavoratori italiani). Il suo obiettivo è quello di acquistare gli immobili pignorati e messi all’asta, in seguito potranno essere assegnati in locazione, ad un canone ragionevole, a coloro che hanno subito il pignoramento dell’abitazione favorendone, poi, il riacquisto da parte degli stessi.

Fondo Salva Casa: l’obiettivo

Il Fondo Salva Casa parte dall’obiettivo di poter aiutare 10.000 famiglie tramite la costituzione di una struttura di gestione. Utilizzando una o più REOCO (Real Estate Owned Company ), che sono società che acquisiscono beni cartolarizzati e rivenduti a prezzo ribassato a società che li gestiscono al meglio, per poter nel contempo recuperare parte del denaro ceduto in prestito e difficilmente riesigibile, garantito da beni immobili, e di gestire il rapporto con gli ex proprietari con il supporto delle ACLI.

Quindi il Fondo oltre a dare supporto a chi ne ha bisogno, tutela anche i creditori e remunera gli investitori che aderiranno grazie al canone di locazione e alla rivendita dell’immobile agli affittuari.

Il Fondo presta la sua attenzione su immobili abitati e adibiti a prima casa, che sono abitati da un nucleo familiare di 4 persone. Si prevede che ne sono circa 1 milione di cittadini in Italia che possono perdere la casa subendo un evento traumatico destabilizzante per l’intera famiglia.

A chi richiedere informazioni

A fronte di queste notizie, consigliamo ai nostri lettori che vogliono informazioni inerenti ai propri casi, di contattare l’associazione Acli consultando il sito acli.it.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.