Ford testa braccialetti intelligenti in modo che i dipendenti mantengano le distanze

Una dozzina di dipendenti Ford hanno iniziato a testare un braccialetto intelligente che vibra quando si avvicinano troppo a qualcun altro

Una dozzina di dipendenti Ford hanno iniziato a valutare un braccialetto intelligente che vibra quando si avvicinano troppo a qualcun altro. È una nuova innovazione con cui il marchio dell’ovale blu vuole garantire che i suoi lavoratori mantengano una distanza di sicurezza nel ritorno alla produzione dopo il picco della pandemia di coronavirus, che implicherà nuovi protocolli di prevenzione per tutti i marchi.
I test sono iniziati questa settimana nello stabilimento Ford di Plymouth, nel Michigan. La produzione di auto è sospesa, ma il centro rimane attivo per lo sviluppo di attrezzature sanitarie per alleviare la crisi sanitaria. Ciò fornisce l’occasione perfetta per testare le apparecchiature quando arriverà il momento di riprendere l’attività industriale.

Una dozzina di dipendenti Ford hanno iniziato a testare un braccialetto intelligente che vibra quando si avvicinano troppo a qualcun altro

I braccialetti vibrano e mostrano un avvertimento quando i dipendenti si trovano a meno di 1,80 metri l’uno dall’altro, al fine di mantenere sempre una distanza di sicurezza che riduce il rischio di contagio. Usano la tecnologia Bluetooth per comunicare con altri dispositivi, al fine di essere consapevoli della loro situazione.

I braccialetti sono stati creati da Samsung e utilizzano software sviluppato da Radiant RFID. Se tutto procede come previsto, questo dispositivo verrà esteso al resto del personale dell’azienda quando arriverà il momento di riprendere la produzione automobilistica. Non è ancora chiaro se arriverà anche negli stabilimenti Ford in Europa o se sarà una soluzione esclusiva dai centri degli Stati Uniti.

Ti potrebbe interessare: Nuova Ford Bronco Sport: la produzione del futuro modello è stata rinviata a settembre

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp