Forest bathing: i benefici del contatto con la natura

Si chiama forest bathing, i suoi benefici sono paragonabili all’aromaterapia e consiste nel trascorrere del tempo totalmente immersi nella pace che un paesaggio verde è in grado di restituire. La scienza lo afferma, la psicologia lo sostiene: camminare nel verde fa bene a cervello, polmoni ed organismo. Ecco cosa devi sapere.

Forest bathing: è un rivoluzionario studio dell’Università di Stanford. Secondo questa teoria, una passeggiata, breve ma quotidiana, nel verde allontana stress e pensieri negativi, evitando i sintomi della depressione. La scienza lo afferma, la psicologia lo sostiene, camminare nel verde fa bene a cervello, polmoni ed organismo.

Forest bathing: ecco in cosa consiste

Con l’espressione Forest bathing s’intende una sorta di terapia per cervello, muscoli ed organi, che promette risultati più solidi dell’aromaterapia. Alla base, un’idea di benessere che proviene dal contatto con la natura. Non servono grandi parchi o spazi particolarmente immersi nel verde, anche un piccolo parco in centro città può andar bene per praticare Forest bathing.

Lo studio americano afferma che una passeggiata nel verde migliora in primis l’umore, ma fa particolarmente bene al cervello per le immagini che esso elabora attraverso la vista, ai polmoni che respirano aria pulita ed incrementa il nostro benessere psicologico.

Forest bathing: qualcosa di più di una semplice camminata

Forest bathing è un’espressione conosciuta anche nei Paesi Orientali con il termine Shinrin-yoku, una pratica medica che  viene utilizzata per la cura di diverse patologie in Giappone. Con questa terapia si è in grado di influire positivamente su una determinata zona del cervello chiamata corteccia prefrontale subgenuale.

Su questo modello, sono nati nel nord Italia anche ospedali totalmente green, sostenitori dell’influenza che la natura può avere sui tempi di guarigione dei malati. In realtà gli effetti si hanno anche con solo trenta minuti al giorno di camminata, ma essi si moltiplicano se si trascorrono ancora più ore a contatto con la natura.

Quali problemi è in grado di curare una camminata nella natura:

I benefici del Forest bathing iniziano dalla cura della depressione, a miglioramenti in termini di ipertensione. Ovviamente, anche muscoli e sistema locomotore traggono tutti i benefici di una lunga camminata. Ma a migliorare è anche l’umore, perché la natura è in grado di eliminare i pensieri negativi o lo stress e l’inquinamento acustico delle città più caotiche. Trascorrendo più tempo nel verde, noi stessi diveniamo più green ed inquiniamo meno.

Pressione arteriosa e sistema immunitario sono notevolmente condizionati dall’ambiente in cui viviamo e dell’aria che respiriamo. Si stanno affermando anche pratiche che implicano un contatto vero e proprio con la natura ( famosa è quella secondo la quale si traggono benefici abbracciando un albero ed entrandovi in contatto). Non resta che sperimentare!


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Giulia Curiale

Penso che scrivere sia il modo più immediato per far conoscere se stessi agli altri, per poter mettere a nudo le proprie emozioni o i propri pensieri. Scrivere vuol dire comunicare attraverso un canale a sè, unico e, per questo, speciale. Sono Giulia, ho 25 anni e sono laureata in Giurisprudenza. Amo l'healthy food, la vita salutare, lo sport, ma la mia curiosità mi spinge a interessami praticamente ad ogni aspetto più svariato. Scrivo, perchè scrivere è un'esigenza!