Formula 1: Antonio Giovinazzi alla Ferrari? Le parole di Binotto

Formula 1: Mattia Binotto ha affermato che Antonio Giovinazzi “potrebbe essere uno dei” futuri piloti della Ferrari ma tutto dipenderà dalle sue prestazioni

Il caposquadra del team Ferrari Mattia Binotto ha affermato che Antonio Giovinazzi “potrebbe essere uno dei” futuri piloti della Ferrari a seconda delle sue prestazioni con Alfa Romeo Racing nella stagione di Formula 1 2020. Giovinazzi fa parte della Ferrari Driver Academy ed è entrato nella sua stagione da principiante in F1 con l’Alfa Romeo per il 2019, dopo aver già corso in sostituzione di Pascal Wehrlein alla Sauber per due gare nel 2017. Ma l’inizio dell’italiano nell’anno non è stato il migliore e è stato surclassato la maggior parte delle volte dal compagno di squadra Kimi Raikkonen , raccogliendo però buone prestazioni verso la fine del campionato.

Mattia Binotto ha affermato che Antonio Giovinazzi “potrebbe essere uno dei” futuri piloti della Ferrari

Parlando ai microfoni di Autosprint, Mattia Binotto ha detto che Antonio Giovinazzi potrebbe essere uno dei piloti che in futuro potrebbero fare al caso della Ferrari. Il team principal del cavallino rampante ha detto però che molto dipenderà da come Giovinazzi si esibirà nella prossima stagione di Formula 1. Binotto ha dichiarato che il pilota italiano se vuole ambire a correre un giorno con la Ferrari però deve garantire prestazioni assai migliori rispetto a quelle mostrate nel corso della stagione 2019.

Insomma quello che il numero uno della Ferrari chiede ad Antonio Giovinazzi è un ulteriore salto di qualità rispetto a quanto dimostrato nel 2019. Il 26enne è arrivato secondo nel campionato GP2 2016 ma non si è mai impegnato con alcuna squadra corse o altri campionati fino a quest’anno. Binotto ritiene che il tempo trascorso fuori dalle corse possa aver influito sulle sue prestazioni, ma si è detto felice del fatto che il pilota italiano sia migliorato man mano che la stagione andava avanti.

Binotto però giustifica la stagione così così di Antonio Giovinazzi ricordando che il pilota italiano non correva praticamente da due anni. “Da quella posizione, non è facile entrare in Formula 1 e tenere il passo con la concorrenza. Tuttavia, è riuscito ad avvicinarsi a Raikkonen nella seconda metà della stagione e questo è un grande risultato”, ha concluso il team principal della scuderia di Maranello. 

Ti potrebbe interessare: Formula 1: Ferrari cambierà parecchio il suo motore per il 2020


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp