Formula 1: Charles Leclerc ammette le difficoltà vissute in Giappone

Charles Leclerc parla delle difficoltà vissute in Giappone e ammette che per lui quello del Gp di Suzuka è stato un week end “diverso”

Il giovane pilota della Ferrari Charles Leclerc ha rivelato che è stato un “weekend diverso” per lui, personalmente, al Gran Premio del Giappone, con il 21enne che ha ricevuto 10 secondi per la sua collisione con Max Verstappen.

Leclerc ha costretto Verstappen a lasciare la pista nel giro di apertura della gara a Suzuka, con l’olandese che alla fine ha dovuto ritirarsi dalla gara.  Il pilota monegasco si è goduto una fantastica stagione di debutto come pilota Ferrari, essendo questa solo la sua seconda stagione in Formula 1, ma ha ammesso che la gara in Giappone è stata un’esperienza “diversa” per lui a livello personale.

Charles Leclerc ha rivelato che è stato un “weekend diverso” per lui, personalmente, al Gran Premio del Giappone

“È stata una gara difficile. All’inizio ho commesso un errore e ho avuto un contatto con Max Verstappen alla curva 1, che purtroppo ha compromesso entrambe le nostre gare e la mia ala anteriore è stata danneggiata “, ha  detto Leclerc. “Ho cercato di trarne il meglio andando avanti. Dopo la prima fermata, quando la mia ala anteriore è stata cambiata, ho dato il massimo. Ho cercato di recuperare il maggior numero di posizioni possibili.

Anche se è stato abbastanza divertente superare altre vetture e lottare su per il campo, P7 non è il nostro obiettivo o un risultato di cui siamo soddisfatti. Nel complesso è stato un fine settimana diverso e non vedo l’ora di poter tornare a casa con risultati ancora migliori nelle prossime gare”, ha concluso Charles Leclerc. Si spera ovviamente che già dal prossimo Gran Premio di Formula 1 del Messico le cose possano nettamente migliorare per il giovane pilota monegasco della Ferrari che vuole vincere altri Gran Premi prima di concludere la sua stagione.

Ti potrebbe interessare: Formula 1, Leclerc avvisa la Ferrari: “Gli ordini di squadra si rispettano”


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube