Formula 1: GP di Ungheria con Hamilton che vola

Hamilton vola, Bottas fatica, Ricciardo rimonta e tanto altro nella gara di Budapest di Formula 1

Un altro week-end di Formula 1 è passato con tante emozioni e colpi di scena. Riviviamolo insieme!

Le Qualifiche

Dominio e prima fila Mercedes nelle qualifiche sotto la pioggia con la pole position conquistata dal leader del mondiale Lewis Hamilton. Dopo un dominio totale nelle libere, le Ferrari si sono dovute arrendere nelle qualifiche alla pioggia, che non gli è molto amica, accontentandosi così di un piazzamento in griglia dalla seconda fila.

Griglia di partenza:

  1. Hamilton
  2. Bottas
  3. Raikkonen
  4. Vettel
  5. Sainz
  6. Gasly
  7. Verstappen

La Gara

La 33esima edizione del Gran Premio di Ungheria è tutta a favore delle Mercedes data anche la difficile possibilità di sorpassare su questa pista. Hamilton arriva al 12esimo appuntamento del campionato con 17 punti di distanza da Vettel dopo l’errore commesso ad Hockenheim dal ferrarista. Al via del Gran Premio le posizioni dei piloti Mercedes e Ferrari rimangono invariate e solo Vettel riesce a superare il compagno di squadra Raikkonen, mentre Bottas protegge le spalle al compagno Hamilton. Nelle posizioni finali della griglia invece arrivano dei contatti che portano al ritiro per la Alfa Sauber di Charles Leclerc e Ricciardo che arretra al 15esimo posto perdendo 3 posizioni ( partiva dalla 12esima casella ). Hamilton spinge subito forte guadagnando subito 3,5 secondi sul compagno di scuderia. Al giro 6 arriva un altro ritiro da parte di Max Verstappen per un problema alla MGU-K del motore Renault. “NO POWER” le parole dell’olandese nel Team Radio che quindi è costretto ad abbandonare la gara ancora una volta. Ma altre parole curiose arrivano da un altro Team Radio, quello di Kimi Raikkonen che si lamenta di non avere acqua da bere all’interno del suo casco e che quindi dovrà restare “a secco” per il resto della gara. Nel frattempo Ricciardo si sveglia e al giro 14 si trova ottavo.

Iniziano le soste

Il primo ad effettuare la sosta ai box è Kimi Raikkonen che, essendo partito con le Ultra Soft, deve montare le Soft in un pit-stop molto lungo di 5 secondi. Il giro successivo tocca a Bottas che fa la stessa cosa. Vettel invece, a differenza dei suoi rivali, è partito con le Soft che hanno una durata maggiore. Così Vettel arriva a guadagnare qualcosa su Hamilton ma restando comunque lontano. Bottas con le Soft sembra fare molta fatica e arriva a perdere anche 1 secondo in un solo settore da Raikkonen. Al giro 30 si trovano, in ordine, Vettel, che deve spingere tutto prima della sosta, Hamilton, che perde un pò da Vettel che deve però ancora fermarsi, Bottas, che non riesce a spingere più di tanto perdendo dal compagno di squadra, e Raikkonen che nel frattempo si avvicina a Bottas. Giro 37, Vettel nel traffico e Hamilton recupera. Allora sosta ai box al giro 38 per Raikkonen ( la seconda ) che rimonta del Soft, e al giro 39 per Vettel andando di mescola Ultra Soft. Lenta anche questa sosta ( 4,7 secondi ) allora Vettel, che sarebbe dovuto uscirà davanti a Bottas, esce alle spalle di quest’ultimo ma abbastanza vicino.

Il finale di gara

Giro 65 Vettel tenta il sorpasso all’esterno in curva 1 su Bottas ma difende bene il finlandese. Allora incrocio di traiettoria di Vettel che esce più veloce e si trova avanti nella staccata di curva 2 dove Bottas però non ha più spazio che arriva il contatto tra i due con il pilota Mercedes che danneggia l’ala anteriore e Vettel che ne esce senza danni. Nella bagarre ne approfitta Raikkonen che passa anche lui Bottas. Ma per il secondo pilota Mercedes non è finita qui perchè arriva un incredibile Ricciardo che vuole completare un incredibile rimonta. Allora al giro 68 Ricciardo ci prova in curva 1 all’esterno ma Bottas allunga la staccata ed è contatto tra i due con Ricciardo che deve uscire dalla pista. Ma l’australiano non molla e dopo un giro è ancora incollato agli scarichi sporchi e caldi di una Mercedes in affanno che alla curva 1 del 70esimo e ultimo giro deve lasciare la quartaposizione al pilota Red Bull che completa così la sua straordinaria rimonta

Posizioni finali:

  1. Hamilton
  2. Vettel
  3. Raikkonen
  4. Ricciardo
  5. Bottas

Pilota di giornata

Assolutamente Daniel Ricciardo miglior pilota che conclude una complicata rimonta dalla 12esima posizione, arretrando in 15esima e concludendo in quarta posizione.

 

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062

Follow Me: