Furbetti del Reddito di Cittadinanza: trovati i primi 300, ecco cosa facevano

Trovate i primi 300 che percepiscono indebitamente il reddito di cittadinanza: cosa accadrà ai furbetti?

Il reddito di cittadinanza è una misura studiata per contrastare la povertà ed aiutare i nuclei familiari in stato di bisogno nella ricerca di un nuovo lavoro. Ma siamo in Italia e come sempre c’è chi approfitta della misura semplicemente per avere soldi in più e non perchè ne ha veramente bisogno privando chi il bisogno ce l’ha, magari. L’Italia dei furbetti e dopo quelli del cartellino arrivano quelli del reddito di cittadinanza, che però rischiano grosso.

Furbetti del reddito di cittadinanza

E’ successo a Palermo 2 giorni fa, quando in un’operazione della Guardia di Finanza sul contrabbando di sigarette vendono arrestate 17 persone tra cui anche un uomo che dal giugno scorso percepiva reddito di cittadinanza per 1000 euro al mese.

A Napoli, circa un mese fa, Francesco Colantuono, di 58 anni, viene arrestato per spaccio di stupefacenti: nella sua macchina sono trovati un chilo e mezzo di marijuana e 2 etti di Haschis. Percepiva reddito di cittadinanza.

Erba, in provincia di Como, sempre un mese fa circa, in un mercato rionale la Guardia di Finanza in cui sta facendo controlli per il lavoro in nero, trova un uomo che da tempo lavora in uno dei banchi di frutta, un uomo gentile e affabile che, però, in teoria dovrebbe essere disoccupato perchè percepisce il reddito di cittadinanza.

Si tratta di persone che aggirano le regole per incassare l’assegno del sussidio a fine mese a discapito di chi ne ha veramente bisogno.

Furbetti del reddito di cittadinanza, quanti sono?

A riportarci i dati è l’ispettorato generale del lavoro secondo cui sono 185 le persone che stanno incassando il reddito di cittadinanza non avendone diritto perchè aveva lavoro in nero o lavoro criminale. I dati, però sono fermi ai primi giorni di giugno ma se vi si sommano i casi riportati dai media, e altre notizie sparse le persone che ad oggi percepiscono il reddito di cittadinanza pur non avendone diritto dovrebbero essere all’incirca 300.

Da tener presente, inoltre che i furbetti del reddito di cittadinanza non sono stati scovati perchè si cercavano persone che imbrogliavano sulla misura ma per controlli di altro tipo (mercato nero, contrabbando, droga ecc..).

Ora, però, partiranno i controlli specifici proprio per trovare chi truffa percependo il reddito di cittadinanza.

Cosa succede ai furbetti?

Per i furbetti del reddito di cittadinanza non solo è previsto il rimborso delle somme percepite indebitamente ma si rischia anche fino a 6 anni di carcere.

E per chiudere dimostriamo che l’Italia non è solo fatta dai furbetti ma anche da tante brave persone come Giovanni di Firenze: percepisce il reddito di cittadinanza ma ogni giorno pulisce le strade del suo paese, Castelvetrano per insegnare al figlio, di 5 anni, che nulla è dovuto. Anche questa è Italia.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.