Galateo dei colori: un arcobaleno del buon gusto

Che si tratti di cerimonie, di svago e socialità o di situazioni lavorative, ogni occasione ha il suo dress-code. Esistono, infatti, dei colori e degli abbinamenti ben precisi, quando si parla di moda. Tra i più conosciuti? La tendenza secondo la quale è bandito usare il bianco o il nero durante le cerimonie di matrimonio. Ma quali sono gli altri abbinamenti suggeriti dal galateo dei colori?

Galateo dei colori: il buon gusto si vede dalla discrezione con cui indossi un capo( e certi colori) in determinate occasioni. Ogni situazione ha, infatti, il suo dress-code. Seguirlo o non seguirlo dipende da noi stessi, ma con poche e semplici regole gli apprezzamenti saranno scontati!

Galateo dei colori:  ad ogni situazione, la giusta tonalità

Il galateo dei colori ci tramanda una delle leggende più vetuste in fatto di moda. Per i matrimoni, non si usa né il bianco né il nero! Il primo, ci fa correre il rischio di offuscare la candidezza della sposa; il nero ci fa apparire spenti e cupi in un giorni di festa. Ma si tratta di una delle regole più risapute in fatto di moda. Il galateo dei colori, ci suggerisce anche quando usare certe cromie e quando invece no. Partiamo, proprio,  dal nero e dal bianco. Matrimoni a parte, si tratta dei colori più versatili ed eleganti per eccellenza. Tubini o abiti lunghi neri sono da sempre il dress-code più adatto nell’ambito lavorativo e nelle cene di gala. Il bianco, è sinonimo di eleganza, ma si tratta di un colore che non riesce facilmente a nascondere tutte le imperfezioni. Anche il blu è considerato un colore elegante ed il galateo dei colori ci suggerisce che lo si può usare sia a lavoro che nel tempo libero. E’ un colore adatto anche ai red carpet!

Quando usare gli altri colori:

Per i colori come il giallo o l’arancione, il galateo dei colori ci suggerisce di indossarli principalmente in primavera e in autunno. Le regole dell’armocromia, ad esempio, ci aiutano a capire che l’arancione è un colore prettamente autunnale e che si presta agli incarnati più caldi. Si tratta di un colore però assolutamente bandito per la sera! E poi, l’immancabile ed eterno rosso. Il galateo dei colori lo dipinge come la tonalità della passione per eccellenza. E’ il colore che meglio si presta per le serate importanti ( in qualunque stagione), ma bisogna evitarne l’utilizzo negli ambiti lavorativi, perché considerato inappropriato ed appariscente. Molto versatili anche il grigio, il marrone ed il verde. Per il rosa, sorge invece qualche problema in più. Ne esistono infinite cromie, e non tutte sono sempre adatte ad un certo contesto, ma si tratta di un colore certamente azzeccato per le cerimonie.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Giulia Curiale

Penso che scrivere sia il modo più immediato per far conoscere se stessi agli altri, per poter mettere a nudo le proprie emozioni o i propri pensieri. Scrivere vuol dire comunicare attraverso un canale a sè, unico e, per questo, speciale. Sono Giulia, ho 25 anni e sono laureata in Giurisprudenza. Amo l'healthy food, la vita salutare, lo sport, ma la mia curiosità mi spinge a interessami praticamente ad ogni aspetto più svariato. Scrivo, perchè scrivere è un'esigenza!