Cena di San Valentino da Antonino Cannavacciuolo, menù e costi

-
12/02/2020

Tutti gli innamorati potranno trascorrere la cena di San Valentino presso la Villa Crespi dello chef Antonino Cannavacciuolo. Qual è il suo costo?

Cena di San Valentino da Antonino Cannavacciuolo, menù e costi

Non solo Carlo Cracco: anche lo chef partenopeo Antonino Cannavacciuolo ha deciso di dedicare alla festa di San Valentino un menù pensato proprio per l’occasione. A differenza del suo collega, lo chef Cannavacciuolo ha reso noto le portate del suo menù per gli innamorati, ma anche il prezzo: per cenare a Villa Crespi, nel regno di Cannavacciuolo, bisogna sborsare ben 220 euro a persona!  Detto questo, vediamo di seguito quali sono le ricche portate che dovrebbero valere un prezzo così assurdo.

Trascorrere la cena di San Valentino da Antonino Cannavacciuolo, menù e prezzi

Come detto sopra, lo chef partenopeo Cannavacciuolo ha pensato appositamente il menù da servire agli innamorati nella loro festa.

Si tratta di un iter pensato ad hoc, ma anche delle torte e dei cioccolatini, fatti sempre con le sue mani, che possono essere regalati a chi amiamo, separati dalla cena.

Iniziamo dalla torta, il cui nome è “Desiderio”ed il suo costo è di 27,50 euro, ma c’è anche la scatola di cioccolatini che rappresentano un cuore, che assieme ad un spumante del 2013 costa intorno ai 54 euro.

Arriviamo al meù di cui abbiamo tanto parlato.

Chiunque avesse l’intenzione di recarsi a Villa Crespi e di trascorrere lì la festa di San Valentino, il menù dal costo di 220 euro a persona comprendere le seguenti pietanze.


Leggi anche: Pensioni e legge di bilancio 2021, riparte l’indennizzo ai commercianti

Si inizia con l’antipasto, dal nome lo stuzzichino dello chef, per poi pasare ai primi con gli scampi di Sicilia fatti alla “pizzaiola”e acqua di polpo.

Restiamo sul polpo con un’insalata avente verdure cotte all’olio e con caviale di aceto.

Ritorniamo a primi con gli gnoccheti di baccalà, aventi alghe marine ed il tartufo di mare. E ancora: le tagliatelle di fagioli, fatte con cacio e pepe e tartufo nero.

Il secondo sarà una triglia accompagnate da  patate, cime di rapa e con la colatura di provola affumicata, per poi arrivare al maialino da latte, con contorno di zucca e castagne.

Infine, arriviamo al dolce con il pre dessert ed il dessert proprio. Poi, un piccolo assaggio di pasticceria, un babè e le code di aragosta.

Leggi anche:

Da McDonald’s a San Valentino: gratis a tutte le coppie il McCrunchy Bread con Nutella