Coronavirus: la farina il prodotto più acquistato, la ricetta dei ravioli ai carciofi fatti in casa

-
30/03/2020

La farina è l’alimento più acquistato nei supermercati dall’emergenza coronavirus. Un boom di pane, dolci e pasta fatta in casa: ecco la ricetta dei ravioli ai carciofi.

Coronavirus: la farina il prodotto più acquistato, la ricetta dei ravioli ai carciofi fatti in casa

È la farina il prodotto alimentare più acquistato dagli italiani, che già normalmente non può mancare nella nostra credenza; con l’emergenza Coronavirus, poi, c’è stato un vero assalto agli scaffali dei supermercati. Ebbene, siamo diventati tutti grandi chef e passiamo il tempo a cucinare e sperimentare nuove ricette. Ecco la ricetta dei ravioli ai carciofi da provare, un primo piatto gustoso e facile.

Ricetta dei ravioli ai carciofi: ingredienti

I ravioli ai carciofi e ricotta sono un piatto leggero, nutriente e gustoso.

Ecco gli ingredienti per 4 persone:

Per la pasta

400 gr. di farina di tipo 00

4 uova grandi

Per il ripieno

200 gr. di ricotta

1 spicchio d’aglio

carciofi

Sale e pepe quanto basta

Per condire

due cucchiai di olio di oliva extravergine

30 grammi di parmigiano

Foglioline di salvia

Tempo di preparazione circa 1 ora

Tempo di cottura 35 minuti, consiglio sempre di assaggiare prima di toglierli dalla cottura.

Preparazione

Prima fase: la prima cosa da fare è pulire i carciofi, eliminando le parti dure delle foglie esterne e il gambo. Eliminare anche la peluria all’interno, per far aprire a metà il carciofo. Poi tagliare i carciofi a pezzetti e porli in una ciotola con il limone, finché non diventano scuri.


Leggi anche: Cassa integrazione COVID Ristori Bis: come funziona la proroga e quanto dura, ecco le prime istruzioni Inps

Seconda fase: pulire l’aglio e scaldarlo in padella insieme all’olio, farlo dorare. Unire  i carciofi tagliati a pezzetti, il sale e pepe quanto bastano. Lasciare insaporire, poi aggiungere acqua bollente e far cuocere per 25 minuti, finché non saranno morbidi: è consigliabile sempre assaggiare, perchè la cottura dei carciofi può variare in base alla qualità.

Terza fase: su una spianatoia versare la farina e al centro versare le uova; con una forchetta sbattere le uova e incorporare pian piano la farina, poi, appena il composto prende forma, impastare con le mani in modo energico.

Quarta fase:  smettere di lavorare il preparato solo appena il composto sarà omogeneo e liscio. Avvolgerlo nella pellicola per alimenti e lasciarlo riposare per 30 minuti, possibilmente in un luogo fresco.

Quinta fase: Adesso bisogna frullare i carciofi: prima di mettere tutto nel frullatore, togliere l’aglio e poi procedere. Versare tutto in una ciotola e mescolare il tutto con la ricotta, aggiungere sale e pepe.

Sesta fase: stendere la pasta, la sfoglia deve essere di uno spessore di circa 0,6 mm. È possibile stenderla a mano o con un’apposita macchina per la pasta all’uovo. Con la rotella formare tante strisce. Disporre il preparato di ricotta e carciofi a forma di noci sulle strisce, distanziando ogni pallina di 5 cm. Con una seconda striscia coprire il ripieno, premere i bordi e ritagliare con la rotella. Adagiare i ravioli appena pronti sulla spianatoia infarinata.

Settima fase: cuocere i ravioli in acqua bollente, scolarli e condirli con la salvia, l’olio e il parmigiano grattugiato.


Potrebbe interessarti: Casa in donazione, dopo quanti anni si può vendere?

Buon appetito.