Il pesce azzurro: ottimo, eclettico, per tutte le tasche

-
24/06/2020

Il pesce azzurro fa parte della dieta mediterranea, ricco di proprietà e benefici. Scopriamo insieme come cucinarlo e alcuni consigli pratici.

Il pesce azzurro: ottimo, eclettico, per tutte le tasche

Il pesce azzurro costituisce uno dei fulcri della dieta mediterranea, anche perché a chilometri zero, può essere utilizzato in svariate preparazioni data la sua grande versatilità. Le sue proprietà sono molteplici, scopriamo quali sono, come cucinarlo e alcuni consigli utili. 

Pesce azzurro: qual è e le sue proprietà

Membro fondamentale della apprezzatissima dieta mediterranea è sicuramente il cd.”Pesce azzurro” la cui riconoscibilità è data dai riflessi blu del dorso e quelli argentati del ventre; le sue carni hanno una cospicua quantità di omega-3 utilissimo per prevenire problemi cardio- circolatori ed il cui consumo costante( almeno 2 volte alla settimana) contribuisce a diminuire i valori di colesterolo e trigliceridi e, oltre la grande quantità di grassi polinsaturi contenuti in esso, è ricco di proteine, vitamine A, B e D, calcio, selenio, iodio, zinco, fosforo, fluoro e potassio.. Questi pesci (ad es. alici, sarde, acciughe, sgombri) hanno, normalmente, una taglia ridotta, forma affusolata e sono stanziali nei nostri mari comportando una pesca continua, abbondante e una vendita a prezzi bassi.

Come cucinarlo

Le specie ittiche proprie del pesce azzurro hanno in comune un sapore deciso ma gradevole e possono essere utilizzate in numerose ricette come le sarde in saor, tipica del Veneto, contrassegnata dalla marinatura in aceto o la siciliana pasta con le sarde, con l’aggiunta di finocchio, pinoli e uvetta e le sarde a beccafico, che prevedono l’uso di pangrattato,prezzemolo, aglio e uva sultanina; questo tipo di pesce può essere utilizzato anche in preparazioni al forno, alla griglia, in umido o fritto.

Consigli su come utilizzarlo

Questo tipo di pesce tende a deteriorarsi in tempi brevi ed è perciò indispensabile consumarlo nelle 48 ore dal suo acquisto; non è altresì consigliabile mangiarlo crudo senza la certezza di un adeguato abbattimento.


Leggi anche: Pensione di reversibilità e convivenza: indispensabile l’unione civile

Mangiamo il pesce azzurro, ne guadagneranno la nostra salute e la nostra “tasca” nonché l’economia italiana.