Pastiera napoletana, dolce tradizionale della Pasqua

-
07/04/2020

Pastiera napoletana, regina incontrastata delle tavole napoletane nel periodo di Pasqua; un guscio di pasta frolla che racchiude un ripieno profumato.

Pastiera napoletana, dolce tradizionale della Pasqua

La pastiera napoletana, è il dolce tradizionale campano per il periodo pasquale. Regina incontrastata delle tavole napoletane, detiene il primato insieme al casatiello, infatti la loro diffusione risale al 600. La pastiera, non solo a Pasqua, è consumata anche per il dolce della domenica.

Pastiera napoletana, dolce della Pasqua

È simile a una crostata, poiché fatta da un guscio croccante di pasta frolla e da un ripieno morbido fatto di ricotta, zucchero, grano e uova; inoltre profumato con  aromi, tra cui l’acqua d’arancia, cannella e vaniglia; ognuno ha la sua versione. Vediamo gli ingredienti e come si fa con la mia ricetta.

Ingredienti per una tortiera da 28 cm

Pasta frolla

Farina 500 gr

Burro 200 gr

Zucchero 200 gr

Uova 2

Tuorlo 1

Estratto di vaniglia 1 cucchiaino

Lime buccia grattugiata

Sale 1 pizzico

Ripieno

Ricotta 500 gr

Grano cotto 420 gr

Zucchero 400 gr

Uova 5

Tuorli 1

Cannella 5 gr

Acqua fior d’arancia 1 fiala da 10 ml

Mandorla aroma 1 cucchiaino

Estratto di vaniglia 1 cucchiaino

Arancia candita 40 gr (frullata)

Limone buccia grattugiata

Ecco come preparare la pastiera napoletana

Per prima cosa mescolare in una ciotola, la ricotta con lo zucchero con una spatola, poi coprire con pellicola e tenere da parte in frigo. Preparare adesso la frolla, tenere il burro a temperatura per 15- 20 minuti prima d’impastare. In un mixer mettere lo zucchero e la buccia di lime o limone, e tritare finemente, aggiungere poi il burro e la vaniglia e continuare a mixare. Sulla spianatoia versare poi la farina setacciata e unire il mix di zucchero e burro. In un piatto aprire le uova e il tuorlo sbatterli con il pizzico di sale e aggiungerli poco alla volta al composto sulla spianatoia.

Lavorare velocemente l’impasto fino a renderlo compatto, chiuderlo in pellicola e farlo riposare una mezz’ora in frigo. Intanto preparare il ripieno, in una ciotola o anche quella della planetaria, versare il grano già cotto, azionare e far sgranare i chicchi. In un altro piatto sgusciamo le uova  e il tuorlo, aggiungere tutti gli aromi e mescolare, unire adesso i tre composti. Versare dapprima la ricotta con lo zucchero nel grano,  poi mescolando aggiungere le uova sbattute lentamente, amalgamare bene il tutto. Aggiungere anche l’arancia candita, che io ho frullato poiché i ragazzi non la gradiscono.preparazione ripieno pastiera

Assemblaggio

Riprendere, la pasta frolla dal frigo, lavorarla un po’ sul tavolo, stendere con il mattarello, tenendo un  po’ da parte per le losanghe che vanno a decorare la torta. Adagiare il disco nella tortiera, distribuire il ripieno, decorare con le losanghe ottenute dalla pasta tenuta da parte.assemblaggio pastiera Infornare in forno caldo a 180° per 50 minuti, poi abbassare a 160°, per altri 40 minuti, far raffreddare e sformare su un piatto di portata. pastiera cottaLa pastiera è buona da gustare dopo due giorni, al momento di servire cospargere con zucchero a velo. Guarda anche: Casatiello napoletano, ricetta del tradizionale rustico di Pasquapastiera la fetta


Leggi anche: Dolci tipici di Natale regione per regione vediamo quali sono