Gli Ufo esistono: la Marina americana conferma l’indiscrezione

La Marina Militare conferma l’indiscrezione che da tempo girava nell’aria, gli Ufo esistono, ma che siano extraterrestri va dimostrato.

La Marina Militare conferma l’indiscrezione che da tempo girava nell’aria, gli Ufo esistono, ma che siano extraterrestri va dimostrato. Sono stati mostrati alcune immagini che evidenziano strani oggetti volanti, i video sono autentici, ma vanno spiegati e dimostrati. La Marina Militare ci va piano, dichiara che le immagini sono autentiche, ma non è in grado di spiegare cosa siano, li ha chiamati fenomeni aerei non identificati. Quindi questo ancora non da la certezza che siano extraterrestri, che poi un domani troveremo delle risposte che siano il prodotto di un’intelligenza aliena, vedremo.

Vediamo gli americani cosa ci hanno fatto vedere e cosa ci vogliono far capire

Le tre clip immagini che ci sono state mostrate, risalgono al periodo che va tra dicembre 2017 e marzo 2018. I video mostrano gli oggetti molto affusolati in rapido movimento, captati da raggi infrarossi. Poi c’è un video risalente al 2004 , li i sensori si bloccano su un bersaglio in volo e poi riaccellera troppo rapidamente per consentire ai sensori di riposizionarlo.

Altri due immagini del 2015 contengono degli audio di piloti americani sui caccia che tentano di capire ciò che stanno vedendo. Il portavoce americano, spiega che le clip rese note sono solo una piccola parte degli avvistamenti, ribadendo che l’unico modo per scoprire cosa siano questi UAP, è incoraggiare le reclute a denunciare tali avvistamenti.

Il Pentagono ha indagato per anni su segnalazioni di oggetti volanti non identificati, e solo a fine 2017 il Pentagono ha ammesso di questi avvistamenti, che non veniva classificati, ma era noto solo ad una ristretta cerchia di persone. Sicuramente con il passare dei giorni ne sapremo di più, adesso sono iniziate a trapelare le notizie su questi avvistamenti misteriosi, adesso verranno fuori tante verità e tante bugie, tante persone che diranno di aver visto chissà cosa, e forse anche per questo lo si cercava di tenere un po’ nascosto.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp