Gossip F1: Valtteri Bottas parla con Red Bull e Renault

Valtteri Bottas, che è a fine contratto alla fine dell’anno con la Mercedes, starebbe parlando con Red Bull e Renault per il 2021

Valtteri Bottas, che è a fine contratto alla fine dell’anno con la Mercedes, starebbe parlando con Red Bull e Renault viste le continue speculazioni che collegano Sebastian Vettel alla monoposto del finlandese alla Mercedes per il 2021, secondo Ted Kravitz di Sky Sports F1. Max Verstappen ha un contratto con la Red Bull fino al 2023, ma il contratto di Alexander Albon scade dopo il 2020. Bottas potrebbe quindi essere interessato a correre insieme a Verstappen nella squadra austriaca nel 2021. La questione se l’attuale pilota Mercedes riceverà un contratto dalla red Bull che dipenderà principalmente dalle prestazioni di Albon durante la stagione 2020.

Valtteri Bottas, che è a fine contratto alla fine dell’anno con la Mercedes, starebbe parlando con Red Bull e Renault

Bottas stesso non è assolutamente sicuro di poter rimanere più a lungo con il suo attuale datore di lavoro. George Russell e Sebastian Vettel sono associati a un trasferimento in Mercedes. Il 30enne finlandese ha un contratto fino al 2020, quindi deve lavorare sodo la prossima stagione per ottenere un sedile.

Questo è il motivo per cui il manager di Bottas ha già contattato altre squadre con cautela, poiché è stato recentemente rivelato che la Renault è stata avvicinata dal manager Didier Coto. Il Kravitz, generalmente ben informato, può in ogni caso confermare che è stato preso contatto con Red Bull. “Bottas sta parlando con Red Bull”, ha detto nel suo show, Ted’s Notebook. “È possibile questo scambio? Sì, anche se non credo che accadrà subito “, ha detto il giornalista 46enne. “Non vedo Bottas fare cose che Albon non potrebbe fare”, ha aggiunto.

Ti potrebbe interessare: Formula 1: Hamilton e Bottas non sanno se il DAS verrà utilizzato a Melbourne


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp