Guarito dal tumore: è il primo caso, tutto questo grazie alle staminali

Grazie alle cellule staminali, una persona si salva in pochi giorni.

È accaduto in Svizzera, il malato è guarito dal tumore, tutto questo grazie alle staminali, è il primo caso ed è avvenuto all’Istituto Oncologico della Svizzera Italiana. L’annuncio è avvenuto dallo stesso Istituto che ha fatto una rivelazione importante, il paziente è stato trattato con un innovativa tecnica, che era in fase di sperimentazione e usata per la prima volta, il suo risultato è stato incredibile, remissione completa del cancro in pochi giorni.

Grazie alla staminali, è il primo caso, una persona è guarita da un tumore, vediamo come

Il soggetto protagonista di questo miracolo della medicina, si trovava in cura per un linfoma di tipo B aggressivo, la sua vita era stata data per finita, le dichiarazioni dei medici erano state quasi definitive dove affermavano che l’ammalato non rispondeva più al trattamento classico.

Il paziente come ultima possibilità di vita è stato trattato con cellule staminali modificate geneticamente, le cellule CAR T. Attesta il medico che ha effettuato la procedura: si è trattato di una procedura di ingegneria genetica per permettere loro di riconoscere con più precisione il tumore”. I risultati sono stati immediati e strabilianti, le nuove cellule hanno annientato il tumore e salvato la persona, tutto in 15 giorni.

È stata fatta una TAC e ha confermato l’eliminazione del tumore e la conferma che il paziente ha tollerato ottimamente la cura, di questi interventi miracolosi non esistono, in queste condizioni i pazienti vivono per poco. La società IOSI ha intrapreso le procedure per la certificazione federale per far diventare la terapia disponibile per tutti e di quotidiana fattura, è probabile che l’accreditamento avverrà entro la fine dell’anno prossimo.

Purtroppo adesso tutti la aspettano, le liste di attesa sono lunghe e non si sa ne quando arriverà in Italia e ne quelli che riusciranno ad avvalersi. La speranza è l’augurio dovrebbe essere per tutti, sono assurdi i tempi lunghi di attesa. È inammissibile che un italiano che non ha possibilità economiche si deve vedere consumarsi e morire, mentre l’italiano che ha possibilità economiche può andare all’estero e salvarsi la vita, non è per niente giusto.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp