Il barbecue nasconde rischio tumore, vediamo come cautelarci

Attenzione alla cottura della carne con il barbecue, non fare particolare attenzione può provocare il tumore: alcuni consigli utili.

È tempo di vacanze, di conseguenza pic-nic, incontri con amici, serate nei campeggi, cosa c’è di meglio se non organizzarsi e fare una grigliata tra amici e parenti, ma comunque bisogna fare attenzione. In particolare attenzione va fatta per la cottura della carne, non fare particolare attenzione può provocare la formazione di sostanze cancerogene.

Dieta ricca di carne rossa aumenta il rischio di tumori al colon

Molte ricerche e studi, hanno dimostrato come una dieta ricca di carne rossa, aumenta il rischio di tumori al colon, e di conseguenza facendo una grigliata e non facendo particolare attenzione, arrivando ad alte temperature, possono formarsi sostanze cancerogene. Da dire che lo stesso rischio con il barbecue, lo si corre anche facendo carne bianca.

Come cuocere il cibo con il barbecue

Il primo consiglio che danno gli esperti, che durante una grigliata, di cuocere in alternanza quanti più cibi diversi, tipo carne bianca, carne rossa, il pesce, la verdura. Anche la marinatura, aiuta a diminuire i rischi. Il fatto di alternare le carni alle verdure su uno spiedo, diminuisce l’area esposta alla fiamma e di conseguenza risulta più salutare.

Le spezie sono molto importanti durante la cottura delle pietanze sul barbecue, hanno delle alte proprietà antiossidanti. Limitare assolutamente l’esposizione al fumo. Pulire bene la griglia dei residui del cibo che spesso rimangono attaccati sulla griglia, è cosa di estrema importanza, se non lo si fa, sulla griglia rimarrà un’alta concentrazione cancerogena.

Ridurre i tempi di cottura

Per ridurre i tempi di cottura e di conseguenza i rischi, è importante scegliere carbone di legni duri, bruciano a temperature più basse. Meglio scegliere carni più magre e se si fa eliminare il grasso prima di cuocerle si fa un ottima scelta. Nella cottura, girare spesso la carne aiuta a ridurre di tanto i rischi cancerogeni.