Il bonus bebè non deve essere dichiarato in quanto è esente dall’Irpef

Il bonus bebè, non va dichiarato, ecco perché

Il bonus bebè, o assegno di natalità, è un beneficio riconosciuto dall’Inps, si tratta di un assegno pari a 800 euro riconosciuto per la nascita di ogni figlio.

Sempre più mamme si chiedono se il bonus bebè va dichiarato nel 730 oppure no, considerando che sulla certificazione unica per il premio alla nascita del figlio, non è abbastanza chiaro quello che bisogna fare.

Il premio di 800 euro per la nascita del figlio porta con sé anche tanti dubbi su come compilare la domanda trovata sul sito Inps.

Deve poi presentare un’apposita domanda all’Inps, tramite le seguenti modalità:

  • sito internet dell’Istituto (www.inps.it), sezione servizi per il cittadino, se in possesso di Pin dispositivo o identità digitale unica Spid;
  • contact center integrato INPS (803.164 da rete fissa o 06.164164 da rete mobile); è sempre necessario il possesso del codice Pin

L’assegno non concorre alla formazione del reddito complessivo, e non è prevista nessuna tassazione.

È stato dichiarato del decreto dei Ministri del 27 febbraio, comma 1 dell’art 2, che non bisogna dichiarare il bonus di 800 euro per la nascita del figlio, in quanto non fa parte del nucleo del reddito complessivo. Questo beneficio è una prestazione assistenziale erogata dall’Inps che non è tassata e non deve essere dichiarata.

Chi ha diritto al bonus bebè?

Il diritto alla richiesta alle donne regolarmente soggiornanti e non soltanto a quelle con permesso di soggiorno di lungo periodo o titolari di protezione internazionale. Da ricordare che, chi non rispetta l’obbligo di invio ogni anno perde l’assegno. Se ci si mette in regola subito si possono riattivare le erogazioni sospese.

I genitori che possiedono i seguenti requisiti, possono beneficiare del bonus bebè:

  • cittadinanza italiana, di uno Stato UE o di uno Stato extraeuropeo con permesso di soggiorno di lungo periodo;
  • residenza in Italia;
  • convivenza con il figlio;
  • nucleo familiare in possesso di un reddito ai fini ISEE non superiore a 25.000 euro annui, per tutta la durata dell’assegno.

Ionela Polinciuc

Mi chiamo Ionela Polinciuc, sono nata in Romania e ho vissuto a Roma e Darfield. Amo viaggiare, e questo percorso mi ha permesso di conoscere altre realtà importanti e migliorare le mie capacità di adattamento a svariati contesti. La mia passione per scrivere, mi ha portato a collaborare con diversi giornali, da ormai 3 anni.