Il Bonus cultura 2020: ridotto il budget a 300 euro per i giovani nati nel 2002, le novità

Il Bonus cultura 2020: ridimensionato l’importo da 500 a 300 euro per i giovani nati nel 2002, ecco come richiederlo e come funziona

Nella Legge di Bilancio 2020 si prevedono novità anche per il bonus cultura. Sono stati stanziati per la copertura di tutte le agevolazioni previste nella legge di Bilancio 2020, un totale di 160 milioni di euro, 80 milioni in meno rispetto al 2019. Quindi, si è proceduto con alcuni tagli tra cui anche per Il bonus cultura per i diciottenni. Quest’ultimo è stato ridimensionato da 500  a 300 euro. L’obiettivo del bonus cultura è quello di promuovere lo sviluppo e la conoscenza culturale.

Bonus cultura: che cosa è

Il bonus cultura è stato introdotto dal Governo Renzi nel 2016, con il Decreto Scuola. In seguito è stato confermato dal Governo Gentiloni e dall’Esecutivo guidato da Conte. É un bonus riservato ai giovani che compiono 18 anni, l’obiettivo preposto è quello di fornire ai giovani una piccola somma di danaro da investire in cultura. Inizialmente la somma concessa era di 500 euro, nella legge di bilancio 2020 si prevede una riduzione a 300 euro. Nel 2016 sono stati stanziati ben 290 milioni di euro ma con l’andar del tempo il budget è andato sempre più a diminuire.

Bonus cultura: chi può fare richiesta

Per il bonus cultura 2020 le regole restano uguali a quelle vigenti nel 2019. Il bonus viene erogato tramite la card 18app per tutti i ragazzi e ragazze che compiono 18 anni nel 2020. L’incentivo può essere richiesto dai ragazzi/e residenti in Italia o da chi è in possesso di un permesso di soggiorno in corso di validità. L’importo erogato con la car 18app non costituisce reddito e non va indicato nel calcolo del modello Isee.

Registrarsi a 18app

Per richiedere il bonus cultura, dal 1° gennaio 2020, bisogna essere in possesso delle credenziali Spid per accedere al sito www.18app.italia.it e registrarsi. Il bonus cultura va speso entro il 31 dicembre 2020.  È possibile anche scaricare l’app18 da cellulare, tablet e pc e usufruire delle stesse funzioni. Il bonus cultura si può spendere in un negozio fisico o online, dal sito è possibile rintracciare i negozi fisici vicino casa che aderiscono all’iniziativa o scegliere dove effettuare acquisti online.

Bonus Cultura: cosa si può acquistare

La somma accreditata sulla card 18app può essere utilizzata dai ragazzi e ragazze per acquistare vari servizi e beni inerenti alla cultura, come ad esempio: libri, biglietti per rappresentazioni teatrali e cinematografiche, ingresso a musei, mostre ed eventi culturali, gallerie, monumenti, aree archeologiche, abbonamenti a riviste anche online, acquisto di musica in formato digitale, corsi di musica, teatro o di lingua straniera.

Bonus cultura 2019: entro quando va speso l’importo


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.