Il cellulare può davvero fare male al nostro corpo?

Un uso troppo eccessivo del cellulare può compromettere seriamente la nostra salute senza che noi ce ne accorgiamo. Ecco cosa è emerso da recenti studi e casi.

Nel corso della sua storia il cellulare si è sempre di più trasformato. E’ riuscito a contenere numerosi file come immagini, canzoni, video, messaggi e poi con l’era di internet ha permesso di trasferire su sé stesso numerosi funzioni tipiche dei computer. E tutto questo ha un valore aggiunto: il cellulare è diventato di piccole dimensioni, più facile da portare dietro in vari momenti della giornata.
Certo, tutto molto bello, ma non dobbiamo dimenticare che comunque il cellulare è un dispositivo elettronico che funziona grazie all’emissione di onde elettromagnetiche, e quindi, il cellulare ha la possibilità di produrre delle radiazioni, senza che noi ce ne accorgiamo. Non sottovalutate il cellulare ed il fatto di metterlo sempre in tasca: queste onde elettromagnetiche potrebbero creare problemi a livello degli organi più delicati dell’organismo. Vediamo meglio nel dettaglio.

Attenzione a mettere il cellulare spesso in tasca

A parlarcene è Alessandro Polichetti, primo ricercatore del Centro Nazionale per la protezione dalle radiazioni e fisica computazionale dell’Istituto Superiore di Sanità, il quale ci dice che non ci sono delle prove sufficienti che collegano l’utilizzo del telefono con l’insorgenza di alcune patologie.

Certo, possiamo tirare un sospiro di sollievo, ma non del tutto. Non dobbiamo mai dimenticare che può far bene alla nostra salute il fatto di tenere lontano il cellulare da sé il più possibile. Vi consigliamo di non averlo spesso addosso attraverso le tasche che si poggiano in varie parti del corpo, ma di metterlo in una borsa, oppure se siete a casa di appoggiarlo su un comodino. Perché in tasca no? Quello che non sanno numerose persone è che avere il cellulare sempre in tasca con tanto di connessione alla rete internet, potrebbe far insorgere negli uomini l’infertilità, come effetto sui genitali, che sono più esposti rispetto alla donna.

Inoltre, altra cosa che non tutti sanno, è che la maggior parte della produzione di onde elettromagnetiche avviene durante le chiamate. Attraverso l’analisi di alcune sentenze del 2012 e del 2015, un giudice negli USA ha evidenziato come effettuare frequenti chiamate ,che si protraggono per numerose ore , soprattutto per motivi lavorativi, avesse portato ad un uomo a soffrire di patologie croniche a livello cerebrale.

In conclusione vi diciamo che, se per motivi di lavoro dovete stare per forza numerose ore a telefono, i consigliamo di farlo utilizzando l’auricolare oppure con la modalità vivavoce. In genere invece vi consigliamo un uso sufficiente del telefono e di non esagerare.


Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest – Youtube – contattaci su Whatsapp al nuovo numero 3516559380 - inserite questo numero in rubrica e inviarci il seguente messaggio tramite whatsapp: "notizie", vi risponderemo il prima possibile.

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.