Il Coronavirus era stato già previsto nel 2008

L’epidemia di Coronavirus era stata già predetta in un libro pubblicato nell’estate del 2008 da Sylvia Browne

Nell’estate del 2008, un’anziana sensitiva che ha affermato di aver iniziato a ricevere premonizioni all’età di 5 anni ha pubblicato un libro che conteneva una previsione inquietante che sembra proprio fare riferimento al coronavirus. “Intorno al 2020, una grave malattia simile alla polmonite si diffonderà in tutto il mondo, attaccando i polmoni e i bronchi e resistendo a tutti i trattamenti noti”, ha detto. “Quasi più sconcertante della malattia stessa sarà il fatto che improvvisamente svanirà con la stessa velocità con cui è arrivato, attaccherà di nuovo dieci anni dopo e poi scomparirà completamente.” La previsione è svanita dalla memoria pubblica e l’autore del libro, Sylvia Browne, è morta nel 2013.

L’epidemia di Coronavirus era stata già predetta in un libro pubblicato nell’estate del 2008 da Sylvia Browne

Ma la pandemia di coronavirus ha portato una nuova attenzione al libro di Browne, “Fine dei giorni: previsioni e profezie sulla fine del mondo”. Il libro che è ancora in vendita anche su Amazon viene proposto a prezzi molto elevati proprio a causa della sua fama attuale. Funzionari del governo e della sanità pubblica hanno pubblicato una serie di linee guida per aiutare le persone a proteggersi dalla diffusione di Covid-19.

Ma c’è un altro contagio che gli esperti sembrano impotenti a fermare: la piaga dei profeti che avverte che il coronavirus è un segno che siamo alla “fine dei giorni”. C’è qualcosa nelle pandemie che fa svuotare la mente dalle persone in preda al panico insieme agli scaffali dei supermercati. Innumerevoli avvertimenti per il giorno del giudizio, come la previsione di Browne, si stanno diffondendo online, mescolando le paure del coronavirus con altre cose, dalla paranoia politica su un “governo #oneworld controllato dalle Nazioni Unite” agli incendi, fino agli sciami di locuste in Africa.

Ti potrebbe interessare: Coronavirus: internet rischia il collasso, usatelo per utilità, meno per giocare

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp