Il cuore si ferma per 18 ore: salvo per miracolo grazie all’ipotermia

Un cuore che torna a battere dopo 18 ore di inattività: un miracolo che ha dell’incredibile? No, probabilmente si spiega tutto con l’ipotermia.

Una storia che ha dell’incredibile: un uomo di 53 anni è stato trovato in stato di forte ipotermia privo di sensi sulle sponde del fiume Orb, con la temperatura corporea scesa sotto i 22 gradi.Le sue condizioni sono apparse quasi subito disperate e dopo essere andato in arresto cardiaco sono stati fatti diversi tentativi per rianimarlo, senza successo.
Arrivato all’ospedale di Montpellier i medici hanno subito pensato che non ci fossero possibilità di salvarlo ma dopo 18 ore i macchinari cui era collegato hanno registrato un inatteso battito cardiaco.
I fatti risalgono al 12 marzo ma sono stati resi noti solo ora che il paziente si sta riprendendo, cammina e risponde.
Molto probabilmente il miracolo è dovuto al freddo cui l’uomo è stato esposto poichè anche i medici non potevano credere a quanto è accaduto.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Redazione

Notizie scritte dalla redazione di cronaca, notizie, salute, viaggi, gastronomia e musica di NotizieOra.