Il medico che sente il dolore dei propri pazienti, ecco perché

Ecco chi è il medico che sente il dolore dei propri pazienti.

Sensibile al dolore e al disagio dei suoi pazienti, molti dei quali soffrono di una serie di disturbi e lesioni estreme, Salinas usa il suo dono per trattare i loro sintomi, quasi come se fossero i suoi. Grazie alla sinestesia, Joel Salinas, un medico americano, che avverte lo stesso dolore degli altri.

Da piccolo, viene identificato come una persona molto particolare.

Affetto da sinestesia, Joel ha sperimentato ogni tipo di dolore di chi aveva di fronte.

Da piccolo vedeva la forma delle lettere con colori e note musicali, e piano piano crescendo questo dono come possiamo chiamarlo, si è sempre più rafforzato.

Il giovane medico, racconta alla BBC, come da piccolo pensava che tutto quello che sentiva lui, era normale e che anche gli altri compagni di classe avvertivano le stesse sue ‘’stranezze’’.

Con il passare del tempo, Salinas, impara a sfruttare questo ‘’dono’’  e decide che il lavoro adatto a lui fosse, senza dubbio, diventare medico. Per Salinas  la musica crea colori, i numeri hanno personalità e il dolore di un’altra persona sembra quasi il suo. Ogni volta che vede qualcuno provare dolore, o anche solo il senso del tatto, il suo cervello ricrea le sensazioni nel proprio corpo.

Pensava che fosse così che tutti sperimentavano il mondo .

Joel Salinas, fino a che non frequentava la facoltà di medicina. Salinas ha ricordi precoci della condizione come la campana che suona in blu e giallo nella sua scuola elementare in Florida.

Diventato ormai famoso, il medico racconta:

“Quando mi coloravo a scuola ero molto preciso sul fatto che la mia B doveva avere la giusta sfumatura arancione e che il mio numero uno doveva essere giallo”. La sinestesia è un fenomeno sensoriale o percettivo, che indica una “contaminazione” dei sensi nella percezione.

Mirror touch, si chiama cosi il famoso libro del ‘’strano’’ medico.

Joel Salinas, un ricercatore e neurologo addestrato ad Harvard al Massachusetts General, condivide le sue esperienze con la sinestesia mirror-touch, un tratto neurologico raro e solo recentemente identificato che lo fa sentire emotivo e esperienze fisiche di altre persone.

In quanti di voi vorrebbero essere al posto del giovane medico?

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest

Ionela Polinciuc

Mi chiamo Ionela Polinciuc, sono nata in Romania e ho vissuto a Roma e Darfield. Amo viaggiare, e questo percorso mi ha permesso di conoscere altre realtà importanti e migliorare le mie capacità di adattamento a svariati contesti. La mia passione per scrivere, mi ha portato a collaborare con diversi giornali, da ormai 3 anni.