Il Premier Conte cosa rischia dopo aver attaccato Meloni e Salvini a reti unificate?

Attacco di Salvini e Meloni dopo che il premier Conte ha usato le reti unificate per attaccarli.

L’altra sera il Premier Giuseppe Conte, mentre si trovava in diretta a reti unificate, ha attaccato la Meloni e Salvini, i quali stanno già pensando e pianificando una ritorsione.

Cosa rischia il Premier Conte dopo aver attaccato Salvini e la Meloni a rete unificate?

Si sta scatenando una vera bufera politica sul premier, dopo aver attaccato a viso aperto Salvini e la Meloni, e sui social impazza l’hashtag #Contebuffone. Dal canto suo, Enrico Mentana ha dichiarato che, se avesse saputo quello che il premier avrebbe detto in anticipo, avrebbe interrotto la trasmissione.

La domanda che si fanno tutti è se il premier rischi qualcosa per aver sfruttato le reti televisive per attaccare il centrodestra. Salvini e Giorgia Meloni si sono scagliati per l’ennesima volta contro il Governo: il motivo è quello di aver approvato il MES, cosa non vera, tra l’altro. Essi hanno definito il premier criminale e traditore, chiedendo le dimissioni immediate di Roberto Gualtieri, ministro dell’Economia.

Attacchi da parte di Salvini e Meloni infondati: il MES non è stato attivato, è stato solo modificato per renderlo privo di condizionalità per gli aiuti sanitari; per gli eurobond e le questioni politiche il tutto è stato passato al Consiglio dei capi di Stato Europei.

Gli attacchi di Salvini e Meloni sono ingiustificati, in questo caso a reagire dovevano essere Vito Crimi e Nicola Zingaretti. La risposta di Conte non doveva essere fatta in questo modo, è stata un’uscita sbagliata del premier: chi parlava era un capo del Governo in un ruolo istituzionale e non un leader di maggioranza.

La risposta di Conte non si è fatta attendere e dice che non è come vogliono far credere Salvini e la Meloni, il MES non è stato attivato la scorsa notte.

Enrico Mentana commenta che l’uscita di Conte è stata sbagliata, avrebbe potuto rispondere con interviste, tramite i social, con un comunicato. In questo modo avrebbe fatto di più una bella figura, dimostrando di essere un leader, e avrebbe potuto spiegare con calma cosa è successo all’Eurogruppo, senza esporsi a nuovi attacchi del centrodestra.

L’intera opposizione ha richiesto l’immediato intervento della Commissione di Vigilanza per discutere del grave episodio commesso dal premier, che effettivamente rischia una sanzione. Vedremo.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp