Il sindaco di Amelia invita Emma Marrone: “la nostra città è tutt’altra cosa”

Continua la vicenda “Emma Marrone”. Dopo il suo discorso sul palco di Ancona, la cantante salentina è stata invitata dal sindaco di Amelia a farle visita.

“Stiamo annegando nell’odio”: questa è una delle frasi che la cantante Emma Marrone ha usato nel suo discorso durante il suo concerto ad Ancora per risponde a chi l’ha offesa in questi giorni, riferendosi in particolare al consigliere Galli. Continua nel dire che il suo palco sarà sempre un momento di ritrovo per tutti, senza distinzione.

Le parole di Emma

Tra gli applausi dei suoi fan e le sue lacrime, Emma ha lasciato delle parole molto toccanti:“Siamo in un momento storico in cui stiamo annegando nell’odio, in un momento in cui un professore a scuola prende un ragazzino di colore e lo prendo in giro davanti ai suoi compagni (è successo a Foligno, ndr). Io non sono madre ma mi piacerebbe che un domani mio figlio possa vivere in un’Italia bella, sana, pulita, coraggiosa, rispettosa dei diritti di tutti e del diritto di pensiero e di parola. Io non sono arrabbiata, l’unica cosa che mi dispiace profondamente è che mia madre e mio padre in queste ore hanno letto dei messaggi veramente brutti, violenti e cattivi. A me dispiace per loro, nessun genitore vorrebbe vedere una cosa del genere. Avevo espresso un pensiero libero. Ai miei genitori dico che sto bene, con le spalle larghe perché mi hanno cresciuta così. Voglio dire a tutte le persone che in questi giorni mi hanno offesa, infangata con parole forti e violente che fanno quasi paura che non fa niente, che io non diventerò mai come loro. Mai! Il mio palco sarà sempre fonte di luce e di amore e di rispetto per tutti, anche se questo significa prendersi la merda in faccia”.

Il sindaco vuole Emma

Prende poi la parola il sindaco di Amelia, Laura Pernazza, di Forza Italia: “Il primo marzo sarò a Roma al concerto di Emma Marrone al Palalottomatica e, se lo staff me lo permetterà, le consegnerò l’invito ufficiale a venirci a trovare ad Amelia. Le porterò anche un pensiero a nome della città, per farle capire che Amelia non corrisponde all’immagine uscita in questi giorni, ma che è tutta un’altra cosa”.

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.