Il sorriso migliora la vita, ecco quanti tipi ce ne sono

Ecco quanti tipi di sorriso ci sono:

La risata ti rende più sano?

A metà del XIX secolo, il neurologo francese Guillaume Duchenne voleva distinguere i veri sorrisi dai falsi. Interessato alla risposta di nervi e muscoli alla stimolazione, ha applicato l’elettricità a particolari parti dei volti per vedere i risultati.

Quanto andresti lontano per riuscire a sorridere?

sorrisoSono stati divisi i sorrisi in due gruppi: quelli che riguardavano il piegarsi degli occhi (sorrisi sinceri) e quelli che usavano solo i muscoli intorno alla bocca (sorrisi insinceri)

Oggi, il sorriso completo che usa i muscoli intorno alla bocca e agli occhi è noto come un “sorriso di Duchenne”, e quello falso è il “sorriso Pan Am”. Nel 1974, Leonard Rubin descrisse tre tipi fondamentali di sorriso, basati sul suo studio su 100 persone:

Ad esempio, “Monna Lisa“, dove gli angoli della bocca si alzano e verso l’esterno e i denti superiori sono esposti. L’azione muscolare dominante è dal maggiore zigomatico. Circa due terzi delle persone studiate sorridono in questo modo.

Il sorriso “canino”, dove sono esposti i canini. L’azione muscolare dominante è dell’equatore labii superioris. Il 31% delle persone sorrise in questo modo.

La “full dentured”, dove le labbra sono tirate indietro con forza, mostrando sia le file di denti superiori che inferiori. Tutti i muscoli sono ugualmente dominanti. Solo il 2% delle persone è stato trovato a sorridere in questo modo.

I chirurghi estetici, che devono essere meticolosi nell’identificare i sorrisi che i loro pazienti stanno pagando con buoni soldi per cercare di ottenere, un sorriso perfetto.Circa due terzi delle persone studiate sorridono come la Gioconda.

Phuong Nguyen, un chirurgo plastico e ricostruttivo di Philadelphia, tenta di chiarire la questione usando le celebrità. Il sorriso di Tom Cruise è un sorriso canino, e una Julia Roberts è il sorriso pieno di denti. Questa è una questione soggettiva. Altri dottori collocano Jolie nella seconda o nella terza categoria.

Sorridere non è un regno affidato alla facile descrizione. Contempla il sorriso ideale come raccontato da un clinico nel Journal of Clinical Orthodontics:

Un sorriso migliorerà la tua vita.

Un sorriso ottimale è caratterizzato da un labbro superiore che raggiunge i margini gengivali, con una curvatura verso l’alto o dritto tra il filtro e le commessure; una linea incisale superiore coincidente con il bordo del labbro inferiore; spazio negativo minimo o non laterale; una linea commissurale e un piano frontale occlusale parallelo alla linea pupillare; e integra armoniosamente componenti dentali e gengivali.

Il numero totale di diversi tipi di sorriso è spesso discusso.

Probabilmente il più importante ricercatore nel sorriso negli ultimi 30 anni è stato Paul Ekman all’Università della California. Il suo Facial Action System System del 1978, scritto con Wallace V Friesen, cerca di creare un atlante di quasi tutte le espressioni umane possibili. Ekman dice, nel suo libro Telling Lies, che la loro tecnica per misurare il viso può distinguere oltre 50 diversi sorrisi.

Confuso? Non sei il solo. Forse l’approccio migliore è quello di sorridere e sopportarlo …


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube

Ionela Polinciuc

Mi chiamo Ionela Polinciuc, sono nata in Romania e ho vissuto a Roma e Darfield. Amo viaggiare, e questo percorso mi ha permesso di conoscere altre realtà importanti e migliorare le mie capacità di adattamento a svariati contesti. La mia passione per scrivere, mi ha portato a collaborare con diversi giornali, da ormai 3 anni.