Allarme eroina sintetica, primo decesso nel nostro Paese, ecco cosa sta succedendo

L’istituto superiore della sanità per conto del dipartimento Antidroga della Presidenza del Consiglio, fa scattare l’allarme di grado 3 per quanto riguarda il decesso di un 39 enne di Milano, per overdose di una eroina sintetica.

Nel 2017 il primo decesso causato da un’overdose di una eroina sintetica

Per quanto riguarda il primo caso di decesso, nel 2017, di un giovane uomo di 39 anni, il medico Ernesto De Bernardis, ha pubblicato sul blog Dedizioni della Sitd, Società italiana Tossicodipendenze, la spiegazione  della morte avvenuta per colpa dell’eroina sintetica. L’uomo è stato trovato morto con parafernalia da iniezione.

Il giovane 39 enne sembrava in trattamento con buprenorfina ma non si conosceva né la dose né la compliance, dichiara Ernesto Bernardis.

In seguito, il medico dichiara: “Dalla foto diffusa, l’ocfentanil aveva una vaga apparenza da eroina marrone/gialla; dalle analisi risultava al 2.5%, tagliato come l’eroina con paracetamolo e caffeina. Noi addetti ai lavori siamo stati avvertiti oggi, afferma il medico, quindi con un anno e mezzo di ritardo. Avremmo dovuto saperlo prima per avvisare i consumatori dei rischi legati alla presenza nel mercato italiano di questi derivati sintetici molto più potenti dell’eroina, e quindi con rischio molto maggiore di overdose e decesso”.

Allarme eroina sinteticaEroina sintetica difficile effettuare le analisi

È passato tempo dalla morte del giovane 39 enne e gli esperti ora dicono che le analisi devono essere accurate, e soprattutto autorizzate. Per poter identificare e capire che sostanza si ha di fronte bisognerebbe avere uno “standard”. In poche parole serve un campione della sostanza, illegale, da confrontare con quello refertato. È passato più di un anno prima che il Snap,  Sistema di Allerta, identificasse che l’uomo 39enne era morto per eroina sintetica.

Si potrebbe parlare della stessa identica sostanza che ha ucciso il cantante Prince?

 

Allarme eroina sintetica, primo decesso nel nostro Paese, ecco cosa sta succedendo ultima modifica: 2018-09-16T09:45:15+00:00 da Ionela Polinciuc

Ionela Polinciuc

Mi chiamo Ionela Polinciuc, sono nata in una bellissima città della Romania, da piccola sognavo di diventare giornalista e visitare tutto il mondo, sogno che con tanti sacrifici sono riuscita a realizzare. Ho visuto a Roma e Darfield, un piccolo e bellissimo paesino dell'Inghilterra. Amo viaggiare, e questo percorso mi ha permesso di conoscere altre realtà importanti e migliorare le mie capacità di adattamento a svariati contesti. La mia passione per scrivere, mi ha portato a collaborare con diversi giornali, da ormai 3 anni. E' strano, vivi le giornate, una alla volta, e quasi neanche te ne accorgi...le stesse persone, gli stessi percorsi...Troppo poco tempo per far caso che sono tutte uguali. Passi e vai oltre, poi tutto ad un tratto ti ritrovi a pensare. Fai due conti e ti chiedi come sia possibile...si perchè a volte accadono cose che non ti sai spiegare...cose che ti cadono addosso e non riesci a scostarti. È sorprendente come il numero delle notizie che accadono nel mondo ogni giorno siano bastanti a riempire esattamente il giornale( Jerry Seinfeld)