Calendario scioperi trasporti estivi aerei e treni: quali date luglio e agosto 2018 a rischio

Pronti a partire per le vacanze estive? Prima di programmare le partenze meglio dare un’occhiata al calendario scioperi dei trasporti perché le mobilitazioni in programma sono diverse e ci sono date critiche per aerei e treni con rischio cancellazione voli e tratte.

Sciopero treni estate 2018: nuove date in vista?

Proprio oggi, venerdì 6 luglio 2018, è in corso uno sciopero dei treni indetto da Trenord e in particolare dai sindacati Orsa e Cub. L’adesione oggi ha bloccato tra il 70 e l’80% dei convogli. La motivazione della protesta, come si legge nelle note delle associazioni di categoria, “è l’intimidazione da parte di Trenord sui dipendenti a non fruire dei permessi previsti dalla legge 104 sui disabili e da quella sui congedi parentali”. L’accordo non è stato raggiunto quindi non sono da escludere nuovi scioperi dei treni in questa estate 2018.

Voli da Fiumicino: quali rischiano di essere cancellati il 20 luglio 2018

Ricordiamo che il prossimo 20 luglio è in programma uno sciopero dei controllori di volo rinviato dal mese scorso e che potrebbe riguardare chi dovrebbe partire da Fiumicino ma non solo. Lo sciopero nazionale Enav riguarda anche tutti i principali centri di controllo italiani di Enav, da Catania a Palermo, Brindisi a Lametia Terme, Ciampino, , Cagliari, Pescara, Torino, Venezia, Padova e Milano. A questo si aggiunge una protesta indetta da Cub che interesserà lo stesso giorno tutto il comparto aeroportuale.

Sciopero Ryanair 25-26 luglio 2018: voli a rischio cancellazione?

Ma il più temuto è l’annunciato sciopero Ryanair visto che in molti questa estate hanno scelto la compagnia low cost irlandese per partire. Brutte notizie per chi parte il 25 o 26 di luglio e ha prenotato un volo Ryanair. Nel calendario degli scioperi estivi questi rischiano di essere i giorni neri del trasporto aereo. Mentre in Italia lo sciopero del personale di volo di Ryanair sarà concentrato nella sola giornata di mercoledì 25 luglio, in Belgio, Portogallo e Spagna la protesta si estenderà anche a giovedì 26 luglio. Chi ha scelto queste destinazioni per le vacanze dovrebbe quindi stare attento anche il giorno seguente.

La situazione non è da sottovalutare. Ha fatto notare “Le ripercussioni sui passeggeri, qualora gli scioperi continuassero nella stagione estiva, saranno pesanti – afferma Fabrizio Palenzona, presidente di Assaeroporti – creando gravi disagi e impattando sullo stesso diritto alla mobilità dei cittadini. Da non sottovalutare anche i possibili risvolti negativi in termini di sicurezza legati alla presenza in aeroporto di un elevato numero di passeggeri in aree non strutturate per lunghe permanenze”.

Aggiornamento 9/7/2018: dopo i voli Ryanair, rischio cancellazione anche per chi vola con Vueling. Usb Lavoro Privato ha indetto uno sciopero della durata di 24 ore degli assistenti di volo di Vueling Airlines per il prossimo 21 luglio.