Fisco: gli appuntamenti e scadenze di ottobre 2018

Fisco: Dopo la pausa estiva ormai si è entrati nel pieno degli adempimenti fiscali. Nel mese di ottobre in base alla tipologia del contribuenti, come da sito dell’Agenzia delle Entrate si hanno appuntamenti nei giorni: 1, 15, 16, 17, 20, 22, 25, 30 e 31 ottobre 2018.

Scadenze AEOltre agli adempimenti periodici per sostituti d’imposta e partite IVA, l’invio degli elenchi Intrastat, la scadenza per la presentazione del modello 730 integrativo 2018 per correggere errori o dimenticanze ecco gli appuntamenti:

  • Il 1°ottobre appuntamento con lo spesometro, ovvero l’elenco di fatture emesse e ricevute, relativo al primo semestre; appuntamento anche per i contribuenti che hanno avuto la possibilità di aderire alla rottamazione delle cartelle esattoriali.
  • A metà mese appuntamento con gli adempimenti periodici – Irpef, IVA e Inps – collegati alla competenza del mese precedente.
  • Il 25 ottobre, oltre alla consueta scadenza del modello Intrastat per i contribuenti mensili vi è anche per i contribuenti con obbligo trimestrale.
  • a fine mese è il termine di scadenza per l’invio telematico delle dichiarazioni fiscali annuali ovvero il modello Redditi, il modello Irap ed il modello 770.

Chi è obbligato all’invio dello spesometro?

I contribuenti  obbligati all’invio dello spesometro 2018, ovvero la comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute, sono i titolari di attività di impresa e gli esercenti arti e professioni:

  • imprese individuali, imprese familiari, aziende coniugali;
  • professionisti anche in forma associata;
  • società di persone;
  • società di capitali, società cooperative;
  • curatori fallimentari per conto della società fallita o posta in liquidazione coatta amministrativa.

Chi non è  obbligato?

Non sono obbligati alla predisposizione ed all’invio telematico dello speso metro:

  • i contribuenti minimi e forfettari;
  • le amministrazioni pubbliche;
  • i commercianti al minuto sono esclusi dalla comunicazione delle operazioni attive di importo unitario inferiore a 3.000 euro, al netto dell’IVA;
  • i soggetti di cui all’articolo con operazioni attive di importo unitario inferiore a 3.600 euro, al lordo dell’IVA;
  • i contribuenti operanti nel regime speciale e   i produttori agricoli.

A partire dal prossimo 1° gennaio 2019, per effetto dell’introduzione della fattura elettronica obbligatoria, lo spesometro dovrebbe essere abolito.

Chi è interessato dalla rata della rottamazione o definizione agevolata delle cartelle esattoriali?

  • i contribuenti con carichi affidati ad Equitalia dal 2000 al 2016 con il pagamento della  terza ed ultima rata del debito residuo comunicato dall’Agenzia Entrate Riscossione;
  • i contribuenti  con carici affidati agli agenti della riscossione dal 2000 al 2016 e dal 1° gennaio 2017 al 30 settembre 2017 per i quali non è stata presentata una precedente domanda di adesione dovranno pagare la seconda rata del debito residuo.
Fisco: gli appuntamenti e scadenze di ottobre 2018 ultima modifica: 2018-10-01T13:16:34+00:00 da Mariangela Palmisano

Mariangela Palmisano

Guida ed accompagnatrice turistica. Giornalista pubblicista da luglio 2016. Mamma di 3 figli (Cosimo, Anna e Francesco Pio) Presidente de "l'occhiazzurra" una associazione culturale fondata dalla mia defunta cugina la poetessa Angela Palmisano. Amo il mio Paese e non amo le ingiustizie e le persone incoerenti.
Follow Me: