Gruppi WhatsApp dei genitori degli alunni, ecco cosa dice lo psicologo

Si dovrebbe mettere un freno a tutti questi gruppi che tengono i genitori degli alunni legati a queste inutili chat. I gruppi su WhatsApp per quanto riguarda le attività della scuola dei propri figli devono assolutamente finire.

Tutto quello che succede a scuola finisce nei gruppi delle chat whatsApp dei genitori degli alunni

Chi tra tutti i genitori che ha almeno un figlio che frequenta le scuole, non è finito in un gruppo WhatsApp, dove si va incontro a tutto, compiti, gite, avvisi importanti di tutte le attività scolastiche, o altre varie cose?

Bambini che fumano: prime sigarette alle scuole medie

gruppo whatsApp dei genitoriMa quanto è importante e soprattutto utile questo tipo di chat?

Lavenia Giuseppe, psicologo e psicoterapeuta, presidente dell’Associazione nazionale di dipendenze tecnologiche gap e cyberbulismo, spiega: ‘’ Sono sempre stato poco favorevole alle chat dei genitori, a mio avviso sono più i contro che i pro che ne derivano.

Questo tipo di comunicazione, in realtà, serve solo ed esclusivamente al genitore e non viene utilizzato per apportare un qualsiasi vantaggio al proprio figlio’’.

La psicologa e psicoterapeuta Lavenia Giuseppe inizia a dettagliare il discorso, spiegando che si dovrebbe ritornare ai vecchi tempi, quando tutte le mamme si riunivano fuori dalla scuola per discutere tutte le problematiche a cui dovevano andare incontro, riguarda i propri figli.

La psicologa spiega che i gruppi WhatsApp delle mamme che hanno i bambini a scuola è un vero e proprio fenomeno dell’illusione della tecnologia. Si dovrebbe tornare indietro nel tempo, quando le mamme dialogavano faccia a faccia di tutti i problemi della scuola e dei propri figli, con la nuova tecnologia si rischia di diventare robot, e di farci prendere il sopravento dalla spaventosa tecnologia.

Se ad esempio una mamma non è molto simpatica alle altre mamme, oppure non ha la possibilità di collegarsi a internet, cosa succede? Viene esclusa da tutte le informazioni che vengono pubblicate sulla chat?

Gruppi WhatsApp dei genitori degli alunni, ecco cosa dice lo psicologo ultima modifica: 2018-09-15T10:42:43+00:00 da Ionela Polinciuc

Ionela Polinciuc

Mi chiamo Ionela Polinciuc, sono nata in una bellissima città della Romania, da piccola sognavo di diventare giornalista e visitare tutto il mondo, sogno che con tanti sacrifici sono riuscita a realizzare. Ho visuto a Roma e Darfield, un piccolo e bellissimo paesino dell'Inghilterra. Amo viaggiare, e questo percorso mi ha permesso di conoscere altre realtà importanti e migliorare le mie capacità di adattamento a svariati contesti. La mia passione per scrivere, mi ha portato a collaborare con diversi giornali, da ormai 3 anni. E' strano, vivi le giornate, una alla volta, e quasi neanche te ne accorgi...le stesse persone, gli stessi percorsi...Troppo poco tempo per far caso che sono tutte uguali. Passi e vai oltre, poi tutto ad un tratto ti ritrovi a pensare. Fai due conti e ti chiedi come sia possibile...si perchè a volte accadono cose che non ti sai spiegare...cose che ti cadono addosso e non riesci a scostarti. È sorprendente come il numero delle notizie che accadono nel mondo ogni giorno siano bastanti a riempire esattamente il giornale( Jerry Seinfeld)