Naso corretto senza chirurgia: scopri la nuova tecnica, il rinofiller

E’ possibile correggere gli inestetismi del naso in un’ora e senza bisturi. Come? Con il rinofiller, nuova tecnica più economica, veloce e meno invasiva.

Rinofiller: la nuova tecnica per la correzione del naso

E’, finalmente, possibile correggere la forma del naso, una delle parti del viso più ritoccate di sempre, con una nuova tecnica. Seppure non in modo permanente, il rinofiller è una valida alternativa alla chirurgia estetica capace di ritoccare il naso. E’ una pratica meno invasiva, economica, veloce, estremamente sicura ed indicata per gli inestetismi di lieve entità.

Giulio Basoccu, specialista in chirurgia plastica Estetica e Ricostruttiva presso il Gruppo INI, Istituto Neurotraumatologico Italiano e Docente presso l’Università di Tor Vergata, afferma che: “Si tratta di una prova generale, per abituarsi al cambiamento della forma del proprio naso. Oggi si fa grande ricorso ai filler per eliminare un difetto, anche se temporaneamente”. Spesso, infatti, chi è deciso a sottoporsi ad una vera e propria plastica del naso, quindi ad un intervento, si sottopone prima al rinofiller per capire qual è la forma che desidera dare al proprio naso.

In cosa consiste questa tecnica? A cosa va incontro chi si sottopone per la prima volta? Il rinofiller è una tecnica non chirurgica, quindi attribuile alla medicina estetica, praticabile in ambulatorio. Consistente in micro-iniezioni di acido ialuronico cross-linkato o reticolato ottenuto in laboratorio, che rispetto a quello normale o lineare ha una maggiore stabilità e profondità di azione.

Basoccu spiega che i filler possono essere iniettati in tre punti in particolare: alla radice del naso, per mimetizzare la cosiddetta “gobba”; in punta, per ottenere un naso alla francese, che va all’insù; sul dorso, nel caso di un cosiddetto” naso a sella’ con depressioni o spazi vuoti da riempire.

I vantaggi del rinofiller

Naso corretto senza chirurgia: scopri la nuova tecnica, il rinofiller

I pro di questa tecnica nascente sono sicuramente molti di più dei contro. Innanzitutto, il rinofiller non è un intervento chirurgico, quindi non c’è bisogno di ricorrere ad anestesia. Per i più sensibili, inoltre, è possibile applicare una pomata anestetica o del ghiaccio mezz’ora prima del trattamento.

In confronto ad una vera e propria chirurgia plastica, il rinofiller è una procedura breve, che può durare dai 20 ai 30 minutipoco invasiva e senza convalescenza. È consigliabile, però, aspettare almeno una settimana prima di esporsi al sole o alle lampade solari e per riprendere l’attività sportiva. Secondo Basoccu “il rischio di complicanze è molto basso: la comparsa di noduli cutanei visibili è da attribuirsi ad una tecnica applicata scorrettamente, e si può comunque facilmente correggere.”

Un altro vantaggio di questo tipo di correzione del naso è l’immediatezza del risultato, visibile al paziente fin da subito. Gli effetti collaterali che possono essere associati alle micro-iniezioni del rinofiller sono quelli comunemente riscontrabili con gli altri trattamenti di medicina estetica effettuati con i filler.

L’unica pecca del rinofiller è la sua durata. Il risultato ottenuto da questa tecnica non è permanente come quello ottenibile da un intervento chirurgico. “Va detto con chiarezza che la sola tecnica per migliorare definitivamente l’estetica del naso resta sempre e comunque la rinoplastica. E’ preferibile sottoporsi ad un rinofiller se l’inestetismo è di lieve entità, e lo si può correggere senza dover ricorrere al bisturi sottoponendosi agli inevitabili  (seppur limitati) disagi e rischi di un’operazione chirurgica a tutti gli effetti”, spiega Basoccu mettendo a confronto la tecnica “classica” e quella nuova.

Sara Gatto

Ciao a tutti! Sono Sara, ho 20 anni e sono una studentessa. Il mondo della comunicazione è ciò che più mi interessa, in particolare il cinema, la musica e l'arte in generale. Spero che i miei articoli vi siano d'aiuto e che, oltre la curiosità, siano capaci di alimentare i vostri interessi.