Pace fiscale: rottamazione cartelle o condono? Cosa sta succedendo?

La pace fiscale, che inizialmente sembrava essere una nuova rottamazione delle cartelle, assume pian piano i contorni di un vero e proprio condono. Le ultime notizie arrivano dalla nuova bozza del decreto fiscale 2019.

Maxi-condono per le cartelle fiscali?

La Lega sembra decisa quando ha annunciato che la pace fiscale sarebbe stata una nuova rottamazione. E, in base delle ultime notizie, sembra che l’intento del nuovo Governo sia quello di realizzare la promessa fatta.

Negli ultimi giorni, infatti, si è parlato molto di una nuova ipotesi, che riguarda un vero e proprio maxi-condono per le cartelle fiscali di importo fino a 1.000 euro. Sui debiti più modesti, pari al 25% del totale del magazzino dell’ex Equitalia (ora AdER), l’idea sarebbe quella di una totale eliminazione del debito. A beneficiarne sarebbero i cittadini con cartelle ricomprese nel periodo che va dal 2000 al 2010.

Attorno a questa questione si sta sviluppando anche l’ipotesi di chiusura delle suddette cartelle previo pagamento di una somma minima, che il Viceministro dell’Economia e delle Finanze, Massimo Garavaglia, suppone possa essere pari al 10% del debito totale.

Rottamazione o condono?

Pace fiscale: rottamazione cartelle o condono? Cosa sta succedendo?

Le varie ipotesi dovranno concretizzarsi entro lunedì. La pace fiscale, infatti, sarà contenuta nel testo del Decreto Fiscale collegato alla Legge di Bilancio 2019, che il Governo intende approvare nel corso del CdM (Consiglio dei Ministri) che si terrà il 15 ottobre. Il Decreto Fiscale farà finalmente chiarezza sulla situazione “pace fiscale”.

Il Governo Lega-M5S diverse volte si è espresso per distinguere la “pace fiscale” dal “condono“, ma anche dalla “rottamazione delle cartelle”. Eppure, tutte le ipotesi di cui si è parlato in queste settimane non possono non essere definite come dei veri e propri condoni fiscali.

Sono, infatti, in molti a chiedersi perché il Governo rifiuti il termine condono, quando, effettivamente, si tratta di un taglio alle imposte.

Cosa succede per le cartelle doganali?Pace fiscale: rottamazione cartelle o condono? Cosa sta succedendo?

Al fianco del condono, parziale o totale, delle cartelle e ad una possibile flat tax integrativa (di cui non esiste ancora un capitolo nella bozza del Decreto), anche la rottamazione-ter fa parlare di sé in questi ultimi giorni. Si sta, infatti, discutendo sulla platea di ammessi alla rottamazione.

La possibilità di pagare i debiti fiscali in 10 rate quinquennali potrebbe estendersi anche alle cartelle doganali. La rottamazione-ter potrebbe includere, quindi, anche l’IVA all’importazione e i dazi relativi alle cartelle affidate tra il 2000 e il 2017.

Anche sulla definizione agevolata delle liti pendenti, altro problema della pace fiscale, si sta lavorando ad un’estensione della quantità di ammessi, con l’inclusione di avvisi di accertamento, avvisi di rettifica e di liquidazione e anche dei processi verbali di constatazione.

Sara Gatto

Ciao a tutti! Sono Sara, ho 19 anni e sono una studentessa. Il mondo della comunicazione è ciò che più mi interessa, in particolare il cinema, la musica e l'arte in generale. Spero che i miei articoli vi siano d'aiuto e che, oltre la curiosità, siano capaci di alimentare i vostri interessi.