Proroga opzione donna 2019: possono accedere le nate nel 1960?

  1. Nata 31 03 60, 35 anni contribuzione dipende privata posso sperare nell’opzione donna?  
  2. Buongiorno, volevo sapere se mia moglie ha diritto all” opzione donna. È nata a gennaio del 1958 ed ha 35 anni di contributi che ha raggiunto nel 2017/2018, grazie purtroppo anche alla mini aspi.

 

Partendo dalla consapevolezza che la proroga dell’opzione donna al momento è soltanto un’ipotesi al vaglio e una promessa del governo fatta in campagna elettorale, i requisiti di accesso in caso di proroga del regime sperimentale dovrebbero rimanere inalterati rispetto al 2015 (ad eccezione dell’aumento dell’età pensionabile legata all’adeguamento alla speranza di vita Istat).

Per accedere ad una eventuale proroga del regime sperimentale opzione donna, quindi, sarebbero necessari 57 anni e 7 mesi per le lavoratrici dipendenti e 58 anni e 7 mesi per le lavoratrici autonome unitamente a 35 anni di contributi.

Il regime sperimentale, in caso di proroga nel 2019, quindi, sarebbe aperto a tutte le lavoratrici dipendenti nate fino al 31 maggio 1962 e a tutte le lavoratrici autonome nate fino al 31 maggio 1961.

Per rispondere, quindi, al quesito delle nostre lettrici, in caso di proroga del regime sperimentale  potrebbero entrambe sperare di rientrarci poichè, all’attuale stato delle cose, in possesso sia dei requisiti anagrafici che di quelli contributivi. Ma mi sento di dire che una proroga di tale misura previdenziale sarà molto ma molto difficile poichè sono ben 3 anni che viene chieste e non è stata mai attuata pur essendoci le coperture finanziarie.

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it

 

 

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.