Vaccini obbligatori, ecco cosa dice il Governo

I vaccini obbligatori non avranno più la scadenza il 10 luglio.

La scadenza del 10 luglio è stata posticipata a fine anno, la notizia arriva direttamente dal Governo.

La regola dei vaccini obbligatori per andare a scuola, verrà cambiata radicalmente. Non si tratta di un passo indietro, anche perché la profilassi è fondamentale, ma si allunga il tempo per poter permettere di mettersi in regola con i vaccini obbligatori. 5 mesi in più di tempo, un’ipotesi di proroga della conosciuta scadenza del 10 luglio.

I genitori che non hanno ancora provveduto a fare i vaccini obbligatori, avranno altri 5 mesi di tempo per presentare tutta la documentazione ben chiara dell’avvenuta vaccinazione, per il prossimo anno scolastico 2018-2019. In questo modo a settembre, gli alluni con l’età compresa tra 0 anni e 6 anni, non rischiano di essere respinti dalla scuola per mancanza di vaccini obbligatori.

La revisione di questo obbligo di vaccinazione, per poter fare l’inscrizione a scuola, è stata studiata dal Contratto di Governo e della maggioranza formata da Lega e Movimento 5 stelle. A quanto pare, Matteo Salvini, dichiara che la maggior parte dei vaccini sono pericolosi, con tanto di dimostrazione documentata, non perché sarebbe contro i vaccini, anzi, si dovrebbe solo prolungare la scadenza dei vaccini obbligatori.

Ma quali sono esattamente i vaccini obbligatori da fare, per i bambini tra gli 0 e 16 anni?

Anti-poliomielitica

Anti-difterica

Anti-tetanica

Anti-epatite B

Anti-pertosse

Anti-Haemophilus

Anti-morbillo

Anti-parotite

Anti-varicella

In seguito ci sono anche vaccini che i pediatri raccomandano, ma che per legge non sono assolutamente obbligatori, ecco quali sono:

Anti-miningococcica B

Anti-miningococcica C

Anti-pneumococcica

Anti-rotavirus

Ecco cosa pensano i pediatri a riguardo:

Si teme invece che la proroga dei vaccini, dettata dal Governo, potrebbe affettare il sistema sanitario, che finora in Italia è stato molto organizzato. Nascono nuove polemiche, ma intanto i pediatri avvisano i genitori di non sottovalutare l’importanza dei vaccini obbligatori per i propri figli.

Ionela Polinciuc

Mi chiamo Ionela Polinciuc, sono nata in Romania e ho vissuto a Roma e Darfield. Amo viaggiare, e questo percorso mi ha permesso di conoscere altre realtà importanti e migliorare le mie capacità di adattamento a svariati contesti. La mia passione per scrivere, mi ha portato a collaborare con diversi giornali, da ormai 3 anni.