In pensione anticipata nel 2019: sarà ancora possibile dopo la quota 100?

Cosa cambierà nel 2019 per coloro che raggiungono i requisiti di accesso alla pensione anticipata tradizionale?

Buongiorno,

Sono un “lavoratore precoce”.

Con la Legge Fornero, il 30/10/2019 avrò i requisiti per la pensione con il raggiungimento dei 43 anni e 3 mesi di contributi. A quella data avro 58 anni. Questo oggi è confermato anche dall’INPS.

Con la nuova Riforma, quali saranno i parametri per il raggiungimento della mia pensione?

Chiedo questo perchè la Quota 100 prevede entrambe le condizioni minime: di 62 anni d’età e 38 anni di contributi.

Ho letto parecchi articoli, talvolta contraddittori; sono fortemente preoccupato.

Vi ringrazio infinitamente per le Vostre indicazioni.

Cordiali saluti

 

Come abbiamo spesso fatto notare in precedenti altri articoli con l’attuazione della quota 100 non si altererà la possibilità di poter accedere alla pensione anticipata con requisiti Fornero.

La pensione anticipata, quindi, nel 2019, richiederà 43 anni e 3 mesi di contributi così come previsto e potrà, quindi, accedere come previsto dall’Inps il 30 ottobre 2019.

I requisiti di 62 anni di età e 38 anni di contributi, infatti, sono richiesti limitatamente per l’accesso alla nuova misura mentre per tutte le altre prestazioni pensionistiche resteranno in vigore i requisiti previsti dalla legge Fornero che non saranno minimamente modificati dalla “riforma pensioni 2019” che si limiterà, infatti, alla sola introduzione della quota 100 nel 2019.

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.