In pensione con 61 anni di età e 34 anni di contributi: le alternative

Quali alternative di pensionamento con 61 anni di età e 34 anni di contributi?

Una nostra lettrice di 61 anni ci chiede quali sono le sue possibilità di accedere ad una pensione senza penalizzazioni avendo 34 anni di contributi versati nel settore privato.

La risposta a questa domanda è: in questo momento o in tempi brevi nessuna. 

La pensione di vecchiaia richiede 67 anni di età, la pensione anticipata per le donne nel 2018 41 anni e 10 mesi di contributi versati. A partire dal 1 gennaio 2019 i contributi richiesti per l’accesso saranno 42 anni e 3 mesi per le donne. Al momento, quindi, per la nostra lettrice grosse possibilità di pensionamento in tempi brevi non ce ne sono. 

Si potrebbe prendere in considerazione la Rita se avesse un fondo previdenziale complementare, ma per l’accesso dovrebbe comunque attendere di compiere 61 anni e 7 mesi se riesce a compierli nel 2018, in alternativa 62 anni se li compie nel 2019. In ogni caso è da tenere presente che la Rita non è una vera e propria pensione anticipata ma una rendita integrativa che si finanzia con la previdenza complementare fino all’erogazione della pensione vera e propria (quindi, in conclusione, si perde poi la possibilità di avere la pensione integrativa).

Altra alternativa, che richiede sempre una certa attesa è la quota 100: al momento è soltanto una ipotesi che il governo intende attuare entro i primi mesi del 2019 che consentirebbe il pensionamento anticipato con 64 anni di età unitamente a 36 anni di contributi; si prevedono, però, per questo tipo di pensionamento delle penalizzazioni di cui, però, ancora non si è parlato.

In ogni caso anche con la quota 100 la nostra lettrice dovrebbe attendere 3 anni per il raggiungimento dell’età richiesta per l’accesso.

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.