In pensione con 61 anni di età: quali alternative di quiescenza?

Quali alternative di pensionamento per un disoccupato con 32 anni di contributi?

Buongiorno , Vi sottopongo la mia situazione personale, a cosa avrei diritto e quando.
Ho 61 anni e sono disoccupata da aprile 2017 data dove ho finito la mobilità. Ho quasi 32 anni di contributi, a cosa avrei diritto??? Vivo solo di pensione di reversibilità di mio marito. 
Ve ne sarei grata se voleste rispondermi. 
Cordialità. 

 

Purtroppo con soltanto 32 anni di contributi non potrà accedere alla nuova quota 100 che richiederà oltre ai 62 anni di età almeno 38 anni di contributi. Le possibilità di pensionamento per lei al momento possono essere soltanto due: da un lato attendere i 67 anni di età per accedere alla pensione di vecchiaia. Dall’altro lato, se ha un fondo di previdenza complementare potrebbe accedere alla RITA. La Rendita integrativa temporanea anticipata per i soggetti disoccupati, infatti, permette un anticipo rispetto all’età di accesso alla pensione di vecchiaia fino a 10 anni e grazie al tesoretto accumulato nella previdenza complementare (che può essere anche quella dove ha versato il TFR aziendale) avere una rendita fino all’accesso alla pensione di vecchiaia. 

I requisiti di accesso per i soggetti disoccupati alla RITA sono:

  • cessazione dell’attività lavorativa; 
  • essere disoccupato dopo la cessazione dell’attività lavorativa per più di 24 mesi; 
  • avere raggiunto l’età anagrafica per la pensione di vecchiaia nel regime obbligatorio di appartenenza entro i 10 anni successivi al compimento del termine di inoccupazione; 
  • avere almeno 5 anni di partecipazione alle forme pensionistiche complementari.

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.