In pensione con 62 o 63 anni nel 2020: requisiti e domanda

In pensione con 62 o 63 anni, quali possibilità reali nel 2020 e con quali requisiti: ecco come fare domanda per il pensionamento anticipato.

In pensione con 62 o 63 anni di età quali possibilità ci sono? Rispondiamo esaminando due quesiti diversi con diversi requisiti di lavoratori che chiedono l’uscita anticipata dal mondo del lavoro. Il nostro sistema previdenziale prevede varie misure che permettono l’accesso anticipato, tutte con requisiti diversi fra loro, abbiamo racchiuso nella nostra rubrica: pensioni news tutte le possibilità. 

In pensione con Ape Sociale a 63 anni

1) Ho 63 anni e 30 di contributi quando posso andare in pensione 

Entro e non oltre il 30 novembre (domanda tardiva) è possibile fare domanda per Ape Sociale con 63 anni di età e 30 anni di contributi, questi non sono gli unici requisiti, il lavoratore deve trovarsi in una delle quattro tutele, nello specifico:

disoccupato che ha perso il lavoro involontariamente e da almeno tre mesi ha terminato la percezione dell’indennità di disoccupazione (Naspi);
lavoratore invalido con una percentuale invalidante superiore al 74%;
lavoratore “caregiver” (colui che si occupa del familiare con handicap grave ai sensi della legge 104) da almeno sei mesi;
lavoratore che svolge lavori particolarmente faticosi e pesanti, classificati come “gravosi” (in questo caso è richiesta un requisito contributivo di 36 anni).  

Per approfondire la misura pensionistica, consiglio: In pensione con Ape Sociale  

Le ultime novità sulla riforma riportano che l’Ape sociale sarà rinnovata anche nel 2021: Pensioni: subito Ape Sociale e Opzione donna con requisiti rafforzati, riforma per delega dal 2022

In pensione con Quota 41 o pensione anticipata

2) Buon giorno volevo sapere con 62 anni di eta che compio a ottobre 2020 e 41 anni di contributi quando posso andare in pensione? Grazie

Se ha maturato almeno un anno di contributi prima del diciannovesimo anno di età può accedere alla quota 41 per i lavoratori precoci se ha i seguenti requisiti e si trova in una delle quattro tutele stabilite dalla normativa:

  • un anno di contributi (52 settimane) versati prima del compimento del 19° anno di età;
  • 41 anni di contributi;
  • Tutele: 1) disoccupato che ha perso il lavoro involontariamente e da almeno tre mesi ha terminato la percezione dell’indennità di disoccupazione (Naspi); 2) lavoratore invalido con una percentuale invalidante superiore al 74%; 3) lavoratore “caregiver” (colui che si occupa del familiare con handicap grave ai sensi della legge 104) da almeno sei mesi; 4) lavoratore che svolge lavori particolarmente faticosi e pesanti, classificati come “gravosi”. 

Altrimenti, può accedere alla pensione anticipata con 42 e 10 mesi (uomo) di contributi, e 41 e 10 mesi (donna) a prescindere dall’età anagrafica. 

La pensione anticipata non ha tutele, possono fare domanda tutti coloro che hanno raggiunto il requisito contributivo a prescindere dall’età anagrafica. 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”