Indennità 600 euro: anche agli esclusi, la domanda dal 1° aprile, il modulo (pdf)

Indennità di 600 euro ampliata anche per i professionisti che hanno subito danni dal Coronavirus. Tutte le info del nuovo decreto interministeriale.

Indennità di 600 euro per le partita Iva, novità in arrivo: Nunzia Catalfo, ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, in concorso con il Mef ha firmato il decreto interministeriale che garantisce anche ai professionisti inseriti negli appositi Ordini, l’indennità pari a 600 euro a partire dal mese di marzo, così come stabilito nel Decreto Cura Italia. Attraverso l’emanazione del decreto interministeriale è stato ampliato l’accesso al bonus per le categorie di lavoratori dipendenti e autonomi, la cui attività lavorativa ha subito danni dal Coronavirus. La categoria degli “esclusi”, potrà richiedere il bonus di 600 euro, come previsto per le Partite Iva e iscritti alla Gestione speciali, lo ha chiarito il ministero del Lavoro.

Indennità di 600 euro per gli iscritti agli Ordini

Il sostegno previsto dal Decreto Cura Italia per i lavoratori al fine di fronteggiare la crisi economica che divampa nel nostro Paese, è stata estesa alla classe di professionisti iscritti agli Ordini (enti di diritto privato). Che non erano stati inclusi nel pacchetto di sostegno per ricevere l’indennità di 600 euro.

A copertura dei fondi sono stati stanziati circa 200 milioni, diretti a finanziare l’indennità prevista per gli autonomi e professionisti iscritti agli Ordini. Che potranno accedere al bonus grazie all’emanazione dell’apposito decreto interministeriale.

I professionisti potranno richiedere alla propria cassa di appartenenza, l’indennità prevista a fronte del danno da Covid-19, in presenza delle seguenti criteri, quali;

√ reddito non superiori a 35 milia euro, riferito anno d’imposta 2018;

√ anno d’imposta 2018 se rientra nello scaglione tra 35mila e 50 mila euro;

√ cessazione di attività;

√ riduzione o sospensione dell’attività lavorativa di circa il 33% nel primo trimestre dell’anno 2020 sempre per l’effetto dell’epidemia da Covid-19.

Le domande dal 1° aprile 2020

Dal 1° aprile i professionisti potranno presentare la domanda al proprio Ordine. Il bonus viene riconosciuto ai professionisti in forma esente da tasse, non può essere cumulato con altre forme di sostegno al reddito. Non potranno richiedere l’indennità i professionisti pensionati.

Il Ministro Nunzia Catalfo ha spiegato, che è stata una prima azione diretta a supportare i lavoratori che hanno subito danni dall’epidemia da Covid-19. Al momento, il Governo sta lavorando per garantire nuove misure che prevedano indennizzi più corposi per il mese di aprile.

⇒ Indennità di 600 euro: modulo SR163 (pdf) per fare domanda da inviare dal 1° aprile

Guida passo passo per la compilazione della domanda


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Antonella Tortora

Analista Contabile, collaborato con diversi quotidiani online. Adoro scrivere, ogni notizia è degna di essere vissuta, raccontata, con cuore, emozione, passione. Raccontarle serve a renderle uniche, se non raccontate finirebbero nel labirinto del dimenticatoio. Resta un'unica verità ogni storia incorpora una piccola parte di me, che emerge in un angolino nascosto. Citazione preferita: “Il valore di una persona risiede in ciò che è capace di dare e non in ciò che è capace di prendere.” Albert Einstein