Indicazione origine pasta: da aprile 2020 addio all’etichetta

Dal primo aprile 2020 l’etichettatura sulla pasta non sarà più obbligatoria, tranne in alcuni casi.

A partire da aprile 2020 l’obbligo dell’etichetta sull’obbligo dell’indicazione dell’origine della pasta, del riso e del latte, non sarà più obbligatorio. Le nuove regole non sono però applicate ai prodotti Dop, Igp e Stg, e neanche a quelle con il marchio già registrato che indicherà la provenienza del prodotto.

Indicazione origine pasta, latte e riso: ecco cosa bisogna sapere

Dal primo aprile 2020 cade l’obbligo dell’indicazione delle etichette dell’origine della pasta, sarà obbligatorio e rispettato solo in alcuni casi. Questo obbligo risaliva ad un regolamento esecutivo dell’UE del 2011 che mettevano in condizione ogni Stato membro della UE di mettere in dettaglio sulle etichette di pasta, riso, latte, passate di pomodoro, la provenienza della materia prima usata in modo che il consumatore venisse a conoscenza della provenienza, in particolare se fosse italiana o venisse dall’estero.

Con la nuova normativa entrerà in vigore una nuova e diversa etichettatura con il quale si renderà obbligatoria l’etichetta solo in caso in cui il consumatore venisse tratto in inganno o una contraddizione sulla vera provenienza del prodotto (a volte basta un simbolo apportato sulla confezione che può somigliare ad un altro e confondere le idee).

Un esempio di dove ci dovrà essere l’etichettatura e questo: se in un tipo di pasta c’è presenza di grano in quantità superiore del 50%, e rappresenta la materia prima del prodotto, ci sarà l’obbligo dell’etichetattura.

Quindi, di conseguenza, quando troveremo dei pacchi di pasta, riso, latte senza etichetta, la prima cosa che riusciamo subito a definire, che è fatta con grano italiano, oppure se la troviamo con l’etichettatura, possiamo definire come detto prima che sia la pasta Dop, Igp, Stg, anche se la direttiva non sembrerebbe molto dura e rigorosa sull’obbligo e sulla provenienza della materia prima, in quanto potrà essere messo il Paese o la Regione. oppure UE o non UE.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp