Infezioni sessuali: oltre un miliardo tra casi batterci e virali nell’ultimo anno nel mondo

Infezioni sessuali: i casi sono in grande aumento in tutto il mondo.

Sono in aumento i nuovi casi di infezioni sessuali nel mondo, si parla di un miliardo di casi solo nel 2018, stiamo parlando di infezioni batteriche e virali tra cui gonorrea, clamidia, Herpes simplex, sifilide, papilloma virus.

Andiamo a vedere le infezioni sessuali nel mondo più diffuse

Le infezioni sessuali più diffuse nel mondo riguardano la clamidia che è la più frequente, poi a seguire la gonorrea e poi la sifilide.

La cosa che più sconvolge è ci preoccupa che circa un milione di donne incinte hanno contratto la sifilide, che se non trattata in modo efficace, dalla madre può essere trasmessa al nascituro. Questa è chiamata sifilide congenita che nel 2016 ha causato la morte di circa 200mila neonati.

La sifilide congenita può essere curata, l’importante è che la donna incinta riceva la giusta assistenza e con adeguati farmaci sia dall’inizio della gravidanza, così che il feto riceva un’adeguata assistenza e i rischi di morte siano quasi 0.

Anche in Italia le infezioni sessualmente trasmissibili stanno aumentando, basti pensare che nell’ultimo anno sono cresciute del 30% rispetto all’anno precedente. Le due infezioni con un deciso aumento in Italia sono quelle che riguardano la sifilide e i condilomi acuminati.

Questo aumento di infezioni è determinato da due fattori che incidono, il primo è quello di avere rapporti con partner occasionali e il conseguente uso di droghe per incrementare l’attività sessuale e poi la nuova moda che sfruttando una App che ormai gira tra i giovanissimi, si organizzano incontri sessuali di gruppo con persone che non si conoscono e senza le dovute attenzioni e precauzioni.

Per quanto riguarda i pareri dei dermatologi, che sono esperti di malattie tropicali, sono necessari dei provvedimenti e creare centri per offrire assistenza a chi vive malattie sessuali. Bisogna ancora incrementare le ricerche per trovare i vaccini che aiutano in questi casi.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp