Influenza: vaccino antinfluenzale necessario, ma è giusto che sia a pagamento?

Il vaccino antinfluenzale serve, ma è giusto che viene rilasciato a pagamento?

La stagione influenzale è arrivata, di conseguenza il vaccino sarebbe l’unica arma per demolire questo brutto virus che sta mettendo in ginocchio tantissime persone, da bambini, donne incinte e anziani, oppure soggetti a grave rischio influenza.

Vaccino contro influenza

La scarsa conoscenza in materia, sta portando sempre più persone ad essere diffidenti, tutto questo viene alimentato da fake news e da notizie che portano fuori strada la popolazione.

Leggi anche: Vaccino antinfluenzale testato ed efficace, Asl lancia la battaglia contro le false notizie

I primi ad essere presi di mira sono proprio i canali social, come ad esempio Facebook, Instagram e Twitter, che secondo l’Agenzia Italiana del Farmaco si sarebbero delle dosi di vaccino antinfluenzale che avrebbero causato alcuni decessi.

Ci vacciniamo a sufficienza in Italia? Le statistiche parlano chiaro, si tratta di ben 15,3% della popolazione nazionale, e di 18,3% delle persone residenti in Liguria che si vaccinano e raggiungono il quinto posto dopo Puglia, Molise, Umbria e Toscana.

Leggi anche: Allarme influenza: 67mila vittime nell’ultima settimana

Un sondaggio che viene effettuato settimanalmente su 739 persone, ha individuato ben 87,9% che sono a conoscenza per quanto riguarda la vaccinazione antinfluenzale.

Tutto questo porta la popolazione a divedersi tra contrari e favorevoli. In effetti, i dati in nostro possesso, parlano chiaro: 8,4% lo estenderebbe a tutti, mentre il 47,3% si dichiara molto favorevole per la copertura delle categorie a rischio. Il restante, cioè il 44,2% si dimostra essere contrario.

Questo tipo di vaccino va pagato? Anche qui, i dati in nostro possesso parlano chiaro: il 52,9%, ha detto va bene cosi. La situazione attuale prevede il vaccino antinfluenzale in maniera completamente gratuita per le seguenti categorie: over 65, per i bambini fino a 6 anni di età, e per tutte le persone che hanno patologie croniche oppure lavori che abbiano un contatto al pubblico. Per tutto il resto il vaccino può essere effettuato, ma a pagamento. Ma a rendere tutto questo più interessante e il 41,8% che vuole il vaccino gratuito per tutta la popolazione e per ogni categoria.

 

Ionela Polinciuc

Mi chiamo Ionela Polinciuc, sono nata in Romania e ho vissuto a Roma e Darfield. Amo viaggiare, e questo percorso mi ha permesso di conoscere altre realtà importanti e migliorare le mie capacità di adattamento a svariati contesti. La mia passione per scrivere, mi ha portato a collaborare con diversi giornali, da ormai 3 anni.