INPS cerca esperti per progetti di innovazione tecnologica: ecco come candidarsi

INPS è alla ricerca di esperti per l’innovazione e la trasformazione digitale. Ecco dove e come candidarsi.

L’INPS, Istituto nazionale previdenza sociale, cerca esperti per l’innovazione e la trasformazione digitale. Infatti, cerca ha pubblicato un avviso di collaborazione per incarichi dirigenziali. Le risorse saranno assegnate nelle sedi centrali e territoriali per la copertura dei posti funzione vacanti. Ecco cosa sapere su questi incarichi.

INPS Esperti in innovazione tecnologica

Attraverso un messaggio pubblicato il 27 maggio 2020 (messaggio n. 2196), l’INPS cerca esperti per l’innovazione e la trasformazione digitale. Gli incarichi si rivolgono a dirigenti appartenenti all’Ente, ma anche a dirigenti di un’altra amministrazione pubblica.

Le risorse saranno assegnate su posti e in aree attualmente vacanti come indicato nell’allegato n.1.

Gli interessati, potranno candidarsi per le seguenti posizioni dirigenziali:

1)responsabile dirigente della Struttura tecnica per l’innovazione tecnologica e la trasformazione digitale;

2)dirigente area manageriale Architetture, innovazione digitale e strategia IT – Direzione centrale Tecnologia, informatica e innovazione;

3)dirigente dell’area manageriale Conto assicurativo – Direzione centrale Tecnologia, informatica e innovazione.

Tra i requisiti, i candidati devono aver maturato esperienza nella mansione nel settore pubblico o in aziende private.

Ulteriori informazioni sulle competenze manageriale sono indicate nell’allegato n.2.

Come compilare la domanda

I metodi di compilazione della domanda differiscono in base alla tipologia di candidati. Infatti, i dirigenti dell’INPS devono inviare la propria candidatura utilizzando la procedura informatica accessibile dal sito intranet dell’Istituto, seguendo il percorso HOME/Servizi ai dipendenti/Interpello dirigenti.

Successivamente, dopo aver compilato i campi “Acquisisci/Modifica domanda, selezionare, fino ad un massimo di tre, attraverso il menu a tendina, le aree di preferenza. Infine, alla domanda verrà allegato in automatico il curriculum vitae già presente sul sito dell’INPS, poiché estratto da procedura VEGA. In alternativa, è possibile allegare un nuovo curriculum, in formato PDF, attraverso l’opzione “Carica nuovo CV”.

In automatico arriverà una email, che comunicherà al candidato l’avvenuta acquisizione della domanda.

Per maggiori informazioni, su come inviare la candidatura, si rimanda alla lettura del “Manuale di istruzione” presente all’interno della piattaforma telematica.

Per quanto riguarda, invece, la presentazione delle candidature di dirigenti esterni all’INPS, gli interessati devono inviare la propria disponibilità per una massimo di tre preferenze alla casella alla casella AdesioniTitolaritaSedi@inps.it secondo il format di cui all’allegato n.3.

Infine, alla email vanno allegati, denominati nel seguente modo: cognome_nome_all (es: Rossi_Mario_cv; Rossi_Mario_relazione), i seguenti documenti:

a)curriculum vitae;

b)sintetica relazione in cui siano illustrate le esperienze professionali maturate, ritenute significative per l’incarico per il quale si concorre;

c)dichiarazioni di assenza di cause di di inconferibilità ed incompatibilità, di cui all’allegato n.4.

Esame delle candidature

Infine, l’INPS valuterà le candidature tra i dirigenti del proprio Istituto e successivamente le candidature provenienti dai dirigenti di altra amministrazione.

Per concludere, ricordiamo che il termine per la presentazione delle domande scade il 6 giugno 2020, mentre per tutte le altre informazioni su questi incarichi, si rimanda al Messaggio del 27 maggio 2020, n. 2196.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp