Intolleranza al glutine: ecco i segnali che ci avvertono

Ci sono dei sintomi, anche se non sempre chiari, che ci avvertono che potremmo essere soggetti che soffrono di intolleranza al glutine. E’ bene conoscerli e fare prevenzione.

L’Intolleranza al glutine è un argomento piuttosto delicato, anche se può risultare delle volte banali. Non è da sottovalutare, e spesso può portare anche delle sofferenze a chi ce l’ha. L’intolleranza al glutine è infatti a tutti gli effetti un fastidio alimentare che costringe in molti a dover rinunciare a certi alimenti, e mette chi ne soffre dinanzi ad un compromesso necessario a cui non si può rifiutare che occorre attuare per poter stare bene ed evitare una complicata situazione a livello personale, anche se questo significa rinunce di ogni genere.

Definita anche patologia, l’intolleranza al glutine è anche molto diffusa su tutto il pianeta e non presenta dei sintomi unici e semplici da capire.
Deve essere curata sicuramente per non arrivare ad un altro stadio ancora più difficile: la celiachia.
Uno dei sintomi più conosciuti è l’anemia, dato che la produzione di ferro viene minata alla base, così come l’assorbimento dello stesso, che si riduce in quantità nel sangue e porta a pallore, mal di testa, mancanza di respiro e pure artrite.

Quali sono i sintomi più frequenti

Altro sintomo è l’irritabilità intestinale dovuta all’intolleranza, la quale causa problemi come l’insonnia, problemi di concentrazione, ansia, depressione ed emicrania, ma anche cheratosi dei capelli e la dermatite erpetiforme.
Possiamo, infatti, iniziare a sentire un fastidio, quello del prurito, oppure vediamo le nostre unghie fragili ed eruzioni cutanee su tutto il corpo, ma anche continui cambiamenti di peso. Essi risultano essere la causa di infiammazioni a livello cellulare e disturbi metabolici dovuti al cattivo assorbimento del glutine.

Altri segnali che parlano di intolleranza al glutine

Altra cosa a cui fare attenzione è il deficit di attenzione o iperattività, che viene anche chiamato ADHD e si manifesta in adulti e bambini come una scarsa capacità di concentrazione, attenzione e problemi di autocontrollo.
Altri problemi sono di tipo intestinale, come la diarrea, nausea, stitichezza e gonfiore addominale, anche se spesso sono anche sintomi di un intestino irritabile. Quindi, fate bene attenzione.
Possiamo anche avere dei problemi ai denti. Questo perché il malassorbimento del glutine influenza anche quello del calcio, per questo troviamo nella nostra bocca le carie, ipersensibilità allo smalto e alla cavità orale.

E’ importante non arrivare alla celiachia

Dal punto di vista di disturbi ormonali, sono tipici dell’intolleranza al glutine l’acne, cambiamento improvviso di peso, mestruazioni irregolari quindi tutte quelle cose che avvengono in modo amplificato durante la pubertà, la gravidanza e la menopausa nelle donne.
Capita delle volte che tutti gli individui affetti da malattie autoimmuni possano soffrire anche di celiachia, classificata anch’essa come tale. Essa può anche arrivare alla forma del diabete, tiroidite autoimmune, sclerosi multipla, malattie autoimmune del fegato, Morbo di Crohn e altre patologie anche serie.

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.