Invalidi: come trasformare la patente di guida normale in speciale

L’Iter per trasformare la patente di guida normale in patente di guida speciale per invalidi. Un lettore chi ha chiesto: “Buongiorno, a causa di un incidente che mi ha reso invalido, devo trasformare la patente di guida normale in patente B speciale, cosa devo fare? Grazie e attendo la vostra risposta”. Esaminiamo cosa l’iter da […]

L’Iter per trasformare la patente di guida normale in patente di guida speciale per invalidi. Un lettore chi ha chiesto: “Buongiorno, a causa di un incidente che mi ha reso invalido, devo trasformare la patente di guida normale in patente B speciale, cosa devo fare? Grazie e attendo la vostra risposta”. Esaminiamo cosa l’iter da seguire e  quali enti bisogna rivolgersi considerando la disabilità e l’adattamento del veicolo. 

Invalidi: come trasformare la patente di guida ordinaria in B speciale

La trasformazione della patente da normale in speciale, non prevede di sostenere di nuovo l’esame teorico. Bisogna, però, sottoporsi di nuovo alla prova pratica per verificare se il richiedente abbia dimestichezza con l’uso degli adattamenti dovuti e richiesti per la patente B speciale. 

Il primo passo da fare è quello di prenotare la visita di idoneità alla guida presso l’ASL di appartenenza, per la prenotazione bisogna compilare il modulo fornito dall’Ufficio competente. 

All’atto della visita, si consiglia di esibire la documentazione clinica che attesti la patologia invalidante. Alla visita è possibile farsi assistere da un medico di fiducia o lo specialista che segue il paziente. Nel caso il richiedente abbia una protesi, è opportuno presentare anche la certificazione di qualità rilasciata dall’azienda costruttrice. 

La legge 104 tutela i disabili in tutti gli aspetti e permette al richiedente di essere affiancato da un esperto per essere supportato e assistito, la scelta delle persone o dell’associazione a supporto, è a scelta del richiedente. 

Prova simulata

Il richiedente può presentare anche eventuali risultati della prova effettuata con simulatore. 

La simulazione di guida può essere fatta ad un Centro di Mobilità di Fiat Autonomy, oppure presso una struttura ANGLAT (Associazione Nazionale Guida Legislazione Andicappati Trasporti)

Le lascio qui i contatti in caso decida di operare una simulazione di guida: 

  • Ufficio Autonomy: telefono numero 011 0037456, oppure, numero verde 800838333
  • ANGLAT: Via del Podere di S. Giusto, 29, Roma – telefono 06 6140536

Sarà compito della Commissione valutare l’idoneità alla patente B speciale. 

È possibile presentare ricorso

Il certificato di idoneintà rilasciato dalla Commissione ha una valenza di novanta giorni e riporta i dispositivi di guida prescritti, oltre alla scadenza della patente speciale (cinque anni).

Se la Commissione Medico Legale non rilascia parere favorevole, è sempre possibile fare ricorso al TAR entro sessanta giorni dalla notifica del provvedimento, oppure, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro 120 dalla notifica del provvedimento. 

Il ricorso può essere effettuato anche se non si accettano eventuali adattamenti prescritti dalla Commissione Medico Legale. 

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”